VoxLIBRI
25 Marzo Mar 2018 1705 25 marzo 2018

LA RAGAZZA NELLA NEBBIA: il thriller di Donato CARRISI trionfa ai David di Donatello

  • ...
copertina libro

Sinossi: La notte in cui tutto cambia per sempre è una notte di ghiaccio e nebbia ad Avechot, un paese rintanato in una valle profonda fra le ombre delle Alpi. Forse è stata proprio colpa della nebbia se l'auto dell'agente speciale Vogel è finita in un fosso. Un banale incidente. Vogel è illeso, ma sotto shock. Non ricorda perché è lì e come ci è arrivato. Eppure una cosa è certa: l'agente speciale Vogel dovrebbe trovarsi da tutt'altra parte, lontano da Avechot. Infatti, sono ormai passati due mesi da quando una ragazzina del paese è scomparsa nella nebbia. Due mesi da quando Vogel si è occupato di quello che, da semplice caso di allontanamento volontario, si è trasformato prima in un caso di rapimento e, da lì, in un colossale caso mediatico. Perché è questa la specialità di Vogel. Non gli interessa nulla del dna, non sa che farsene dei rilevamenti della scientifica, però in una cosa è insuperabile: manovrare i media. Attirare le telecamere, conquistare le prime pagine. Ottenere sempre più fondi per l'indagine grazie all'attenzione e alle pressioni del "pubblico a casa". Santificare la vittima e, alla fine, scovare il mostro e sbatterlo in galera. Questo è il suo gioco, e questa è la sua "firma". Perché ci vuole uno come lui, privo di scrupoli, per far sì che un crimine riceva ciò che gli spetta: non tanto una soluzione, quanto un'audience. Sono passati due mesi da tutto questo, e l'agente speciale Vogel dovrebbe essere lontano, ormai, da quelle montagne inospitali. Ma allora, cosa ci fa ancora lì? (La ragazza nella nebbia, Longanesi, pagg.373 €)

Natale in Alto Adige

Ambientazione: voto 8 - 23 dicembre. Mancano pochi giorni al Natale. Il tranquillo scorrere della vita ad Avechot, un tempo importante meta turistica e trasformata, dopo la scoperta di un importante giacimento di fluorite, in un piccolo centro isolato, viene sconvolto dalla scomparsa di una ragazzina di 16 anni.

“Nel paese delle Alpi, dopo il tramonto non succedeva quasi nulla. Era come se a quelle latitudini anche i criminali scegliessero di dedicarsi a un’esistenza morigerata che prescriveva di ritirarsi regolarmente a casa ogni sera”.

locandina film

Personaggi: voto 9 - Il piccolo paese dell’Alto Adige avvolto da una fitta coltre di nebbia è abitato da una comunità fortemente religiosa – come una setta- che si occupa di diffondere, nella vita quotidiana, il messaggio biblico. È proprio la confraternita ad essere circondatadal mistero: la figlia di due membri, scompare nel nulla. Anna LouKastner, un’adolescente coi capelli rossi e le lentiggini, esce di casa e nel tratto di strada che separa casa sua dalla chiesa, fa perdere le sue tracce.A se guire gli sviluppi della vicenda, l’agente speciale Vogel, che con l’aiuto del giovane Borghi, di Stella Honer una giornalista d’assalto che gli ha rovinato la reputazione, cercherà con metodi a dir poco spregevoli, di mettere insieme le tessere di un puzzle complicato e a misura dei media.

“La giustizia non fa ascolti. La giustizia non interessa a nessuno. La gente vuole un mostro… E io le do quello che vuole”.

Il professor Loris Martini, stabilitosi ad Avechot da qualche mese con la moglie e la figlia, irrompe la scena, divenendo insieme a Vogel, uno dei protagonisti principali del romanzo.

Carrisi premiato da Spielberg

Giudizio:9 - La ragazza nella nebbia che, al suo debutto letterario avvenuto nel lontano 2015, lasciava già intravedere una trasposizione cinematografica, ha trionfato nella notte degli Oscar del cinema italiano. Donato Carrisi, ha ricevuto da Steven Spielberg l’ambito David di Donatello come migliore regista esordiente. Un premio meritatissimo, per lo scrittore pugliese del thriller, che ha affrontato un tema molto importante e sempre più preoccupante: la brutale esposizione mediatica dei casi di cronaca nera. Avechot, il piccolo paesino nel cuore delle Alpi, ha ricordato Cogne, prima meta del turismo dell’orrore, fenomeno sempre più diffuso e che ha fatto tappa in altre città come Perugia e Avetrana. Anna Lou, invece, una ragazzina come Yara e Sara.

Una storia intensa e coinvolgente che cattura il lettore pagina dopo pagina. La penna di Carrisi scorre veloce (e i suoi lettori lo sanno bene), tra colpi di scena ben costruiti nella storia e salti temporali inseriti con abilità (tutto ha inizio con l’incidente di Vogel, avvenuto il 23 febbraio, due mesi dopo la scomparsa di Anna Lou, la notte in cui tutto cambia per sempre), facendo crollare ogni certezza ipotizzata. Non c’è via di uscita: lo leggerete tutto d’un fiato.

Consiglio all’acquisto: Assolutamente si! Se ancora non lo avete fatto, non aspettate che la nebbia vi inghiotta, correte a comprarli entrambi.

Correlati