18 Settembre Set 2018 0753 18 settembre 2018

Come si formano le rose del deserto

  • ...

Indossata anche all’altezza del cuore per favorire i buoni sentimenti e come protezione dalle energie negative, la "rosa del deserto", conosciuta anche come "rosa di pietra", è una formazione minerale comune nei luoghi desertici.

Leggi anche: "Come disegnare una rosa"

Rosa del deserto, di cosa si tratta

La rosa del deserto, il cui nome è dato dall’ambiente in cui si forma, deserto, e dalla sua particolare forma, che ricorda proprio i petali di una rosa, sembra proprio essere un fiore nato nella sabbia. Nello specifico si tratta però di una formazione sedimentaria che si forma spontaneamente in condizioni ambientali e climatiche proprie dei paesi desertici.

Quando sotto la coltre di sabbia, ad una profondità che può variare da alcune decine di centimetri, fino a poco più di un metro, vi è la presenza di una piccola quantità di gesso umido, può accadere che la superficie sabbiosa sia riscaldata dal calore del sole cocente che andrà penetrando sino ad entrare in contatto con il gesso umido provocandone l’evaporazione. E' così, durante questo processo, che potrà attivarsi, nella risalita, il fenomeno della cristallizzazione. Nasceranno così sotto la sabbia le rose del deserto che, in alcuni casi, per azione del vento, potranno essere portate in superficie e se non vengono raccolte, riscioglie risciolte dalla pioggia.

Come la selenite, dunque, la rosa del deserto è un aggregato di cristalli di gesso; ma mentre nella selenite i cristalli di gesso (che altro non sono che solfato di calcio) risultano essere trasparenti e traslucidi, nella rosa del deserto, a causa della sabbia che viene incorporata nella struttura cristallina della pietra, sono di color giallo-ocra.

In passato erano diffuse leggende locali facenti risalire la formazione di questi cristalli all'incrostazione dell'urina dei dromedari a contatto con la sabbia rossa. Vi è poi un’altra leggenda che racconta invece di un cavaliere follemente innamorato di una splendida principessa, il cui amore, così forte e disperato da non riuscire a sopportare la lontananza dall'amata, gli fece scoppiare cuore scoppiare il cuore. Quando le gocce di sangue toccarono la sabbia si trasformarono in rose del deserto. Sembrerebbe che ancora oggi il fantasma del cavaliere ritorni in corrispondenza di ogni plenilunio vagando e disseminando nel deserto le rose.

Rosa di pietra o Rosa del deserto, dove si trova

Tale formazione ha luogo spontaneamente e principalmente nelle località desertiche sahariane o nei luoghi dove l’aria è pulita e l’ambiente è arido. Dunque le rose del deserto, si possono trovare in diverse località del mondo quali:

  • Tunisia, Marocco, Algeria, Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi;
  • in Europa, dove si formano spontaneamente in alcune isole della Spagna (come Fuerteventura, Canarie, Catalogna e Cuenca);
  • negli USA, in alcune zone dell'Arizona, in Messico, in Australia e Nambia;
  • in Italia, forme simili alle rose del deserto sono avvistabili nelle argille dell’Appennino emiliano, tra cui a Castel de’ Britti (Bologna): la zona emiliana è ricca infatti di cave di gesso.

Leggi anche: "Quali sono gli animali che vivono nel deserto"

Rosa del deserto: utilizzi

La rosa del deserto viene spesso correlata al concetto di amore, sia fisico che mentale. Potrà dunque essere utilizzata come portafortuna se si è in cerca d’amore o per dare più sicurezza alle proprie idee e per rendere più concrete le azioni finalizzate al raggiungimento di determinati scopi. Può essere inoltre portatrice di equilibrio tra i desideri e la vita reale di una persona, e può aiuto utile nel superamento di traumi emotivi.

Anche in cristalloterapia il significato della rosa del deserto è strettamente legato all’amore, essa può essere posizionata sul chakra della base (che si trova alla base della colonna vertebrale) per stabilizzare le energie, oppure metterla all’altezza del cuore per allontanare le energie negative e attirare la forza positiva.

Data la sua peculiare forma, la sua pulizia risulta alquanto difficile. Per pulire la rosa del deserto non si deve assolutamente utilizzare l’acqua, potrà invece essere usata una bomboletta spray di aria compressa che andrà a soffiare la polvere intrappolata tra i petali della rosa di pietra.

Leggi anche: "Come prendersi cura delle rose"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso