23 Marzo Mar 2018 1351 23 marzo 2018

Perchè i gatti leccano

  • ...

È da sempre nota l’accuratezza degli amici gatti per loro igiene personale. Questo comportamento viene definito 'grooming' e fa si che il loro pelo possa diventare lucido, pulito e senza nodi. Lo fanno non solo i gatti, ma i felini in generale.

Leggi anche "Perché i gatti fanno la pasta"

Un gesto solitario: la toelettatura

L’utilizzo della lingua è dunque una cosa molto importante per i mici, una sorta di mezzo di comunicazione che imparano ad usare sin da piccoli, quando vedono la loro mamma leccarli per pulirli da cibo ed escrementi.

I gatti, dunque, apprendono appena nati l'importanza della loro lingua. Questa abitudine se la portano anche nell'età adulta, quando spesso passano la giornata intera a lisciarsi il pelo grazie alla superficie della propria lingua la quale presentandosi con piccole protuberanze hanno l'effetto di uno spazzolino.

Attraverso il gromming quindi, il gatto può eliminare il pelo morto, stimolando la crescita di quello nuovo. Sembra inoltre che per le zone dove con la lingua sia difficile arrivare si aiuti con le zampette posteriori che sono state in precedenza adeguatamente leccate.

I gatti fanno ciò anche prima dell'arrivo di un temporale in modo da ridurre l'elettricità statica che potrebbe essersi accumulata sul loro mantello.

Non solo un gesto solitario

Oltre a leccare se stessi i gatti leccano anche gli altri; può capitare infatti di vedere un gatto leccare il proprio padrone, i suoi amici gatti o anche una qualche superficie. In tal caso si parla di allogrooming.

Se i gatti si leccano tra di loro può essere considerato sintomo di amicizia che spesso è accompagnato da altri gesti come le fusa. Anche questo lo imparano sin dalle prime settimane di vita quando, iniziano a ricambiare il gesto alla madre e ai fratellini.

Ma per chi ha un gatto in casa e si sia chiesto perchè il suo bel felino abbia l'abitudine di leccare il proprio padrone, in modo particolare le sue mani, le rispose potrebbero essere più di una:

  • lo fa come mezzo per legarsi ad esso e dimostrare il suo affetto e l'entusiasmo per la compagnia del padrone, un po’ come un cane che scodinzola;
  • riduzione dell’ansia;
  • per delimitare il loro territorio e far capire che, anche il padrone gli appartiene, lascia cioè il proprio ‘segno’ su ciò che considerano proprio. Una sorta di avviso dunque verso altri gatti o cani in quanto sono bravissimi a riconoscere l’odore della loro saliva non percettibile all’olfatto umano. Come fanno anche i cani che demarcano il territorio spesso attraverso l’urina;
  • se sente odori.

Quando questo gesto non è da sottovalutare

Ma attenzione: il continuo leccarsi di un gatto potrebbe essere campanello di allarme di una qualche patologia, ad esempio potrebbe indicare problemi al manto o al pelo. Inoltre potrebbe essere sintomo di stress. Di fatti proprio come accade alle persone che per nervosismo mangiano le unghia o si arrotolano i capelli per allentare la tensione, i gatti tendono a leccarsi in modo assiduo e quasi violento.

Bisogna in ogni caso stare attenti peché il gatto potrebbe con la lingua (che risulta molto ruvida) far cadere gran parte del pelo o ingerirlo così da andare a danneggiare l’apparato digirente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso