12 Giugno Giu 2018 1249 12 giugno 2018

Cosa mangiano gli elefanti

  • ...

Pachiderma conosciuto sin dai tempi più remoti, l'elefante, era per gli antichi egizi, e per tutti i popoli africani, un ottimo mezzo di trasporto. I primi elefanti arrivarono infatti in Italia con Annibale, re di Cartagine, che aveva dichiarato guerra ai Romani; quest'ultimi accolsero questo nuovo animale con grande stupore non avendo mai visto un animale così strano, per giunta con soldati africani che lo cavalcavano. Tra i cinque animali più grandi del continente africano, è da considerarsi l'erbivoro più grande del mondo. Tuttavia è possibile trovare elefanti anche in Asia, seppur qui siano di più piccole dimensioni.

Leggi anche: "Dove vivono gli elefanti"

L'alimentazione degli elefanti

Ma di cosa si nutre un animale di così grandi dimensioni?

In tanti se lo saranno chiesti. Beh tanto per iniziare gli elefanti, come già accennato, sono erbivori, e ciascun di essi ingerisce circa 200 kg di cibo al giorno. Insomma pare che gli elefanti siano in grado di consumare la vegetazione di un'intera zona, ma raramente ciò rappresenta un problema, in quanto sono animali che si spostano in continuazione, lasciando alla vegetazione il tempo di ricrescere.

Essi hanno inoltre hanno bisogno di bere molta acqua, si pensi che in un giorno consumano circa 130 litri d'acqua, e lo fanno mediante la proboscide. Attraverso le zanne poi scavano a terra per ottenere l'acqua di cui necessitano. Quando scavano trovano anche radici di cui si cibano.

Per quanto riguarda invece ciò di cui si alimentano, gli elefanti, tolti dal loro habitat e sottoposti ad uno stato di cattività, purtroppo sono animali stressati e obbligati a fare ciò che gli uomini vogliono. Ciò accade anche per ciò che concerne il cibo.

I guardiani degli elefanti danno loro da mangiare:

  • Fieno
  • Lattuga
  • Banane
  • Mele
  • Verdure
  • Cavoli
  • Foglie di acacia

Gli elefanti in libertà si nutrono invece di:

  • Rami
  • Erba
  • Fiori
  • Bambù
  • Foglie
  • Frutta
  • Arbusti

E' stato dimostrato che gli elefanti sono animali molti intelligenti: nel caso in cui non arrivino ai rami, essi fanno dondolare gli alberi per far cadere a terra foglie e frutta, così da poter dar da mangiare anche ai loro cuccioli. Ma gli elefanti sono in grado anche di far cadere un albero per poterne mangiare il fogliame, nonché di mangiare la corteccia o la parte più dura e legnosa di alcune piante, quando non hanno a disposizione nient'altro di commestibile.

Leggi anche: "Perchè gli elefanti si buttano la terra a dosso"

Funzione della proboscide

La proboscide può essere considerata elemento caratteristico degli elefanti; essa è in primo luogo mezzo per bere e per mangiare.

Ma questo parte del corpo, che solo loro posseggono, ha anche altre funzioni:

  • è un vero e proprio naso che da loro la possibilità di sentire gli odori dei cibi per sceglierne i più buoni;
  • è utile a riconoscere gli oggetti e ad afferrarli, un po' come una mano, avendo una grande sensibilità;
  • è un mezzo per emettere suoni di ogni genere e comunicare con gli amici o con i cuccioli.
  • è una presa d'aria, un prolungamento che permette ad esempio di percorrere un corso d'acqua completamente sommersi, con la proboscide fuori per prendere aria;
  • posta a terra, la proboscide può sentire il rombo delle mandrie lontane e perfino dei tuoni, in quanto è sensibile alle vibrazioni;
  • utile anche per fini sociali, come accarezzare o salutare.

Leggi anche: "Quanto dura la gravidanza dell'elefante"

Una curiosità

Tra i problemi di questi mammiferi c'è il fatto che riescono a digerire solo il 40% di ciò che ingeriscono. A ciò, i cuccioli di elefante di Sumatra (isola della Repubblica indonesiana), hanno trovato un piccolo rimedio, per giunta molto particolare: tra un pasto e l’altro mangiano le feci della madre, dove sono presenti i batteri necessari alla digestione del cibo, essi, indispensabili bacilli "buoni" si estenderanno poi nell'organismo degli elefantini solo con la crescita, permettendo loro delle grandi abbuffate ed evitando così di sentirsi male.

Leggi anche: "In Thailandia c'è il festival degli elefanti"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso