6 Luglio Lug 2018 1633 06 luglio 2018

Famiglie arcobaleno: cosa sono

  • ...

Una lunga battaglia, quella degli omosessuali che vogliono diventare genitori!

Essere genitori ed essere omosessuali sono, per il senso comune, presupposti incompatibili. Nonostante nessuna legge di natura impedisca a donne e uomini con prole di fare scelte affettive omosessuali, né ad omosessuali di procreare, è sempre il pregiudizio negativo a cavalcare l'onda.

Leggi anche: "Omosessualità, i Paesi in cui è illegale"

Famiglie arcobaleno chi sono e cosa si propongono

Un bambino che dice di avere "due mamme" o "due papà" a scuola, si rende per la maggior parte delle volte protagonista di discriminazioni, scaturendo tra l'altro, un forte disagio nelle relazioni con i coetanei e con gli operatori scolastici.

Questo, uno de motivi, per il quale nasce "Famiglie Arcobaleno". Associazione indipendente nata nel marzo 2005, è composta da coppie o single omosessuali che hanno realizzato il proprio progetto di genitorialità, o che comunque aspirano a farlo.

Tra questi:

  • donne e uomini che hanno avuto i figli in una relazione eterosessuale e che, in seguito, scoprono di essere omosessuali, trovandosi di conseguenza a fronteggiare problematiche analoghe a quelle delle coppie separate e delle famiglie ricomposte eterosessuali;
  • coppie omosessuali che desiderano un figlio e che pianificano la procreazione in coppia facendo ricorso alla procreazione assistita all'estero, ad auto-inseminazione con surrogacy all'estero per le coppie di uomini e all'adozione, che si confrontano con tematiche simili a quelle delle coppie eterosessuali sterili, ma a differenza di queste i loro figli non sono protetti dalla legge per ciò che non rientra nel legame biologico;
  • coppie o singoli omosessuali di sesso differente che fondano una famiglia insieme (genitorialità condivisa) e che organizzano il quotidiano come coppie eterosessuali separate, con affido congiunto.

Famiglie Arcobaleno ha lo scopo dunque di combattere contro ogni forma di discriminazione affinché la genitorialità omosessuale venga riconosciuta nell'ordinamento giuridico e nella società italiana e i figli siano tutelati nei loro affetti e nei loro beni.

A tale scopo l'associazione si propone in particolare di

  • allargare la concezione di famiglia promuovendo un cambiamento culturale, sociale e politico;
  • sostenere il confronto tra genitori e aspiranti genitori omosessuali;
  • fungere da posto di accoglienza e di sostegno per i genitori omosessuali che si trovino in difficoltà.

Leggi anche: "Gay, un mondo di diritti"

Lo Stampatello: la casa editrice per le famiglie arcobaleno

Se nel resto d'Europa, sono già da tempo diffusi i libri che propongono modelli di famiglia omosessuali, in Italia questo genere fino a qualche anno fa era del tutto assente. Ma grazie a Francesca Pardi e Maria Silvia Fiengo, compagne nella vita e mamme di quattro bimbi, e alla loro casa editrice, Lo Stampatello, è iniziata anche qui la pubblicazione di questo genere di libri, che permette ai bambini, nati in famiglie omogenitoriali, di rispecchiarsi e di rispondere alle loro mille domande.

Leggi anche: "Cosa sono i libri gender"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso