23 Gennaio Gen 2018 1649 23 gennaio 2018

Come fare il semipermanente

  • ...

Avere delle mani curate è il miglior biglietto da visita per qualsiasi donna, che stia per presentarsi ad un colloquio di lavoro, o stia semplicemente conoscendo una nuova persona, quindi è importante sfoggiare una manicure impeccabile. Rivolgersi ogni volta ad un’estetista professionista, però, può significare dover pagare una cifra dispendiosa, che non sempre si ha la possibilità di affrontare, quindi perché non provare da sole a realizzare una buona manicure?

Lo smalto semipermanente, un’ottima alternativa

I comuni smalti in commercio, hanno il difetto di rimanere impeccabile solo per pochi giorni, in alternativa però, c’è lo smalto semipermanente. Questo tipo di smalto, ha una durata di tre settimane circa e assomiglia al più noto gel, in quanto anche il semipermanente è un fotoindurente, ovvero si fissa grazie all’uso di un fornetto a lampada UV, e non si asciuga quindi all’aria come un normale smalto. Il semipermanente, a differenza del gel, è meno invasivo in quanto non è necessario utilizzare la lima per rimuoverlo, ma se si sceglie un semipermanente soak off sarà facile rimuoverlo grazie a un prodotto speciale che semplicemente scoglie questo tipo di smalto.

Come stendere il semipermanente

  • Il primo passo da fare è quello di limare le unghie e dargli la forma che più si preferisce. Poi è il momento di dedicarsi alla zona delle cuticole che prima dell’applicazione di qualsiasi prodotto, deve presentarsi pulita, e per esserlo, vanno spinte con l’aiuto di un bastoncino apposito. Dopo questo passaggio, le unghie vanno opacizzate con un buffer, che rimuove lo strato grasso dell’unghia.
  • Applicare sull’unghia la base dello smalto semipermanente e far asciugare nella lampada. A questo punto si può applicare il semipermanente del colore scelto, e rimettere le mani sotto la lampada per catalizzare anche quest’ultimo prodotto.
  • Se il colore è coprente e non si ha bisogno di ripassare più volte il colore, si può procedere con la stesura del top coat da fare poi catalizzare in lampada. Una volta fatto anche quest’ultimo procedimento, prendere un pad imbevuto di cleanser, e passare su tutte le unghie, per rimuovere l’effetto appiccicoso che si crea sull’unghia dopo l’applicazione di tutti i prodotti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso