23 Settembre Set 2016 1747 23 settembre 2016

Meglio orata o branzino

  • ...

Valutazioni e osservazioni per queste due "delizie del mare"

Dire quale sia migliore l'uno o l'altro nobile pesce in questione è veramente complicato.

Per entrambi (orata o branzino) vale la cara e vecchia regola: "ognuno ha le proprie idee e preferenze".

Si possono, però, fare alcune osservazioni per valutare l'una o l'altro.

Se si parla di branzino (o spigola: sono la stessa cosa) pescato nei mari Tirreno e Adriatico c'è chi sostiene che il branzino dell'Adriatico sia più saporito di quello del Tirreno perché l'habitat del primo, con le sue acque poco profonde e sabbiose, è ricco di elementi del quale il grande pesce si nutre.

Insomma: il branzino è apprezzato e ricercato per le sue carni bianche e morbide, si presta ad essere cucinato in vari modi: ad esempio al sale, al cartoccio, sulla brace e sfilettato. E' una vera delizia.

Si raccomanda la freschezza: è un pesce molto delicato.

L'orata: magnifico pesce, ricercato dai pescatori, dai ristoratori e da chi desidera consumare un "piatto da re". Anche per questo pregiato pesce, le tesi sono tante. Si sostiene essere buona quella pescata nel Mare Tirreno, che essendo un mare profondo si presta come habitat per dare alla sua carne un sapore particolarmente gradevole.

E' un pesce che, a differenza del branzino, ha carni bianche compatte ed è di facile preparazione. Anche qui l'orata, come il branzino, si può cucinare al sale (al forno a 180 gradi), alla brace (incidendo i due fianchi per mettervi  alcuni aromi: prezzemolo, rosmarino, ecc,) o per cucinare i filetti con pomodorini.

Si raccomanda, anche in questo caso, la freschezza del pesce acquistato.

Le valutazioni, ovviamente, sono state fatte per pesce pescato e non d'allevamento. Per l'allevamento, questi pesci si prestano in maniera particolare. In questo caso la carne, pur risultando buona, non è quella pari a quella dei pesci pescati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso