27 Dicembre Dic 2017 1000 27 dicembre 2017

Cosa sono le afte

  • ...

Conosciute anche come stomatiti, le afte sono delle piccole ulcerazioni che si presentano a livello della bocca, nel palato, nella lingua, nelle gengive e nelle labbra.

Si tratta di una affezione piuttosto comune: 1 persona sana su 5 tende a svilupparlo; circa il 20% della popolazione totale ne soffre.

Niente di cui preoccuparsi. Infatti l’unico fastidio è il bruciore/ dolore (ma tollerabile) e la difficoltà nel masticare, ma entrambi dipendono dalla posizione in cui questo “piccolo cratere” si forma.

Le afte non sono né contagiose, ne infettive e guariscono, in modo autonomo, nel giro di qualche giorno o, al massimo, dopo qualche settimana.

Ma quali sono le cause dell’afte?

  • Lesioni della mucosa: può capitare mentre ci si lava i denti o mentre si mangia; le lesioni, a volte, sono dovute a morsi accidentali sul labbro interno o, ancora, può dipendere dall’uso dell’apparecchio;
  • Alimentazione: alcuni cibi, si sa, favoriscono l’afte, in quanto leggermente irritanti. Esempio: le spezie, l’ananas, la frutta secca, il cioccolato e anche i latticini;
  • Stress e nervosismo, poiché influiscono sul sistema immunitario;
  • Le donne risultano più colpite, poiché anche certi fattori ormonali, legati alle mestruazioni, possono influire su questo tipo di formazioni.
  • Carenze vitaminiche: vitamina B9 (carente quando non si consumano abbastanza vegetali freschi) e B12 (carente soprattutto nei vegani).

È consigliabile, dunque, uno stile di vita poco stressante, una buona igiene orale e una dieta equilibrata.

Al momento, nessuna terapia è curativa. Qualche trattamento può essere, se mai, essere finalizzato ad alleviare il fastidio e ad accelerarne la guarigione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso