16 Marzo Mar 2018 1800 16 marzo 2018

Tisane fai da te per dormire

  • ...

Da sempre tutti sanno che concedersi le giuste ore di riposo e dormire bene sono condizioni essenziali per essere attivi, produttivi e migliorare la qualità della propria vita. Purtroppo non sempre si riesce dormire quanto o come si vorrebbe, perché intervengono disturbi o addirittura piccole patologie. Per risolvere i casi meno gravi, allentare lo stress o la tensione e distendere i nervi, esistono dei semplici rimedi casalinghi tanto semplici da preparare quanto efficaci.

Le migliori tisane per favorire il sonno

Molte piante e anche diversi frutti riescono a rilassare velocemente il corpo e la mente, dando risultati soddisfacenti in pochissimo tempo. Se si fatica a prendere sonno o si sente di avere bisogno di un rimedio che tranquillizzi nei periodi più impegnativi, l’eucalipto, l’arancio, il timo, la ciliegia, il limone, la melissa, sono tutte soluzioni indicate. Per ottenere risultati migliori, è possibile migliorare l’effetto delle tisane con cuscini alle erbe, esercizi di yoga, balsami aromatici o spray rilassanti, tutti preparati in casa.

Una tisana un po’ meno conosciuta ma ugualmente consigliatissima è quella a base di passiflora. La passiflora favorisce il relax e libera da stati d’ansia, agitazione e insonnia. Si possono preparare delle bustine per tisane oppure aggiungere un paio di cucchiaini di passiflora essiccata ad ogni tazza di acqua. Dopo aver bollito l’acqua, l’infuso deve riposare per una decina di minuti ed essere filtrato.

La passiflora può essere accostata ad alcune tra le erbe già citate. In alternativa si può ricorrere anche ad un rimedio sicuramente più famoso, la tisana a base di lavanda e camomilla. Se si ha la fortuna di disporre di fiori secchi da usare per le proprie bevande rilassanti, si può star certi di ottenere risultati estremamente soddisfacenti. Per ogni tazza di acqua bollente bisogna utilizzare un cucchiaino di fiori essiccati di lavanda e un cucchiaino di fiori essiccati di camomilla. La bevanda va filtrata dopo un quarto d’ora e bevuta poco prima di coricarsi, magari resa più piacevole con un po’ di dolcificante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso