26 Aprile Apr 2018 1343 26 aprile 2018

Come usare il miele per la tosse

  • ...

Quando la tosse e il mal di gola non danno tregua, il miele è una soluzione gustosa per porre rimedio ai malanni di stagione, grazie alle sue virtù antibatteriche e antinfiammatorie. Le potenzialità del miele sono riconosciute da centinaia di anni in molte culture differenti, che lo impiegano come antibiotico naturale.

Lrggi anche "Quale miele per il mal di gola"

Miele & limone

Per placare il fastidio della tosse esistono varie ricette, che uniscono il buon sapore del miele a un elevato potere antibatterico. Dalle tisane agli infusi, fino agli sciroppi, le ricette per combattere la tosse con il miele sono tante. Un classico abbinamento è con il limone, che scioglie in fretta la tosse.

Si fanno scaldare a fiamma bassa 500 g di miele, facendo attenzione a non farlo bollire perché il calore intaccherebbe le proprietà salutari del prodotto. A parte si porta a ebollizione dell’acqua con un limone intero, lasciando sul fuoco per qualche minuto. Dopo aver fatto raffreddare i due pentolini, il limone si taglia a fette e si unisce al miele.

Si cuoce ancora 60 minuti a fuoco bassissimo e poi si elimina l’agrume. Lo sciroppo si può conservare in frigo per un paio di mesi, prendendone qualche cucchiaio durante la giornata per calmare la tosse.

Semi di anice con miele

Un abbinamento più particolare nel sapore è con l’anice, una pianta che contiene sostanze che facilitano l’espettorazione migliorando la secrezione dei bronchi. La preparazione è semplice: basta pestare un cucchiaio di semi di anice e versarlo in una tazza e mezza di acqua bollente, lasciando in infusione per una trentina di minuti. Il liquido si filtra e si fa bollire ancora, per renderlo più concentrato, e infine si aggiunge il miele.

Eucalipto e chiodi di garofano

Anche i chiodi di garofano combinati col miele sono di grande aiuto contro il mal di gola e la tosse. In un barattolo piccolo di miele (meglio ancora se di eucalipto) si mettono 5 chiodi, lasciando in frigo per circa mezza giornata. I chiodi poi vanno eliminati e si conserva in frigorifero, prendendone un cucchiaio ogni volta che la tosse si fa sentire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso