4 Maggio Mag 2018 1333 04 maggio 2018

Fiori di Bach come sceglierli

  • ...

I fiori di Bach, sono particolari fiori scoperti dal medico inglese Edward Bach, da cui prendono il nome, agli inizi del Novecento. Esistono 38 diverse specie di questi fiori, e hanno attirato l’attenzione del medico in quanto egli scoprì che questi fiori in particolare, avevano la capacità di agire sugli stati d’animo delle persone, e quindi di guarirne gli aspetti negativi.

A ogni fiore un’emozione

Ognuno di questi fiori agisce su un particolare stato emotivo, e per questo Bach li suddivise in 7 sottogruppi, ognuno per ciascun stato emozionale: per la paura, l’ansia, l’incertezza, sconforto, paura della solitudine, mancanza d’interesse, influenza da idee altrui. I fiori di Bach, quindi, agiscono sugli aspetti negativi che influenzano la vita di una persona, che la rendono incapace di andare avanti quotidianamente con serenità.

Se si è consapevoli di ritrovarsi in un momento buio, in cui sovrastano una di queste emozioni negative, e si vuole tentare di affidarsi a metodi naturali, i fiori di Bach possono rappresentare una soluzione.

Scegliere il fiore di Bach giusto

Come già detto in precedenza, però, sono 38 le specie appartenenti a questi fiori, e bisogna trovare quindi quello adatto al proprio problema. Sarebbe meglio non fare da sé e affidarsi ad un naturopata, che sarà in grado di consigliare al meglio quale dei tanti fiori fa al proprio caso. Se invece si preferisce “correre il rischio” e decidere da soli, va scelto il fiore di Bach corrispondente allo stato emotivo di cui si soffre in quel determinato periodo della vita. È bene ricordare però, che non va utilizzato lo stesso fiore di Bach per tutta la vita, quindi per questo motivo, è sempre consigliabile affidarsi a un esperto che sa cosa è meglio per la propria salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso