20 Luglio Lug 2018 0814 20 luglio 2018

Perché vengono le smagliature

  • ...

Acerrimo nemico delle donne, ma anche degli uomini, le smagliature, dermatologicamente definite Striae Distensae Cutis, non sono altro che delle cicatrici dovute alla pelle che, se troppo stressata, si strappa.

Smagliature, di cosa si tratta

Le smagliature sono da considerarsi delle vere e proprie lesioni dermatologiche di tipo atrofico-infiammatorio, che, localizzate in particolari aree del proprio corpo, possono rivelarsi davvero fastidiose, anche esteticamente.

Esse si sviluppano attraversano un processo bi-fasico:

  • una fase, la prima, di tipo infiammatorio, definita "striae rubrae", che vede una prima manifestazione delle smagliature, che appaiono come delle strisce di colore rossastro che seguono in modo perfettamente perpendicolare la linea di tensione cutanea. In questo stadio, esse sono più facili da eliminare, ma, se non curate, possono degenerare in cicatrici di colore bianco latte;
  • una seconda fase, di tipo atrofico, chiamata "Striae albae", durante la quale l’infiammazione, lascia il posto all’atrofia, ossia ad una diminuzione della consistenza cutanea che rende cedevole alla palpazione la cute. In tale fase, le smagliature sono caratterizzate da un colorito bianco e sono più difficili da combattere a causa del loro stadio avanzato.

Le zone solitamente più colpite, a causa delle variazioni del volume adiposo sono:

  • ​Addome
  • Gambe
  • Glutei
  • Fianchi
  • Interno ed esterno cosca
  • Seno

Leggi anche: "Quali sono le differenze tra smagliature bianche e smagliature rosse"

Smagliature: le cause

Diverse le cause che portano alla formazione di smagliature. Al di là di una maggior predisposizione, che varia da soggetto a soggetto, ad oggi è possibile affermare che, le spinte metaboliche legate all’accrescimento corporeo, ancor più se accompagnate da fasi ormonali particolari, possono comportare la formazione di smagliatura.

Tra queste:

  • Aumento eccessivo di peso seguito da un drastico dimagrimento
  • Gravidanza
  • Crescita ponderale dell’adolescente
  • Malattie endocrine surrenaliche
  • Malattie cutanee, oppure per
  • Sbalzi ormonali, specialmente in adolescenza

In tutti questi casi la pelle viene stressata e tirata a tal punto che si “smaglia”, si rompe, insomma, creando queste brutte cicatrici.

Inoltre, da non sottovalutare, è il regime alimentare, una cattiva alimentazione, può infatti essere altro fattore scatenante.

Le smagliature si possono prevenire?

La parola d’ordine, in materia di smagliature è: prevenzione. Da sempre se ne parla, ma purtroppo questo tipo di salvaguardia non sempre reca buoni risultati.

In linea generale però sarà bene prendersi cura meticolosamente della propria pelle attraverso:

  • un'efficiente idratazione corporea, bevendo molta acqua;
  • l'utilizzo di una detersione appropriata e una cosmesi idonea;
  • evitando, il più possibile, brusche variazioni del peso corporeo.

Ovviamente ogni indicazione deve considerarsi del tutto generale e con soli scopi orientativi, sarà invece necessario rivolgersi ad uno specialista dermatologo che, mediante una visita accurata ed una diagnosi precisa, prescriverà adatti trattamenti, volti al miglioramento di tale inestetismo.

Leggi anche: "Smagliature rimedi laser"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso