14 Agosto Ago 2018 1249 14 agosto 2018

Perché vengono gli attacchi di panico

  • ...

Quando si parla di attacchi di panico si fa riferimento a un breve episodio di ansia estrema, che per fortuna dura al massimo intorno ai 20 minuti. I sentimenti che caratterizzano l’attacco sono l’apprensione, ma anche la paura o il terrore.

La persona coinvolta sperimenta una sensazione di catastrofe inevitabile che arriva all’improvviso, senza un’apparente causa.

È per questo motivo che spaventa così tanto, perchè sembra un evento imprevedibile, ma in realtà esiste sempre una ragione, anche se non si riconosce subito.

Leggi anche "come calmarsi dagli attacchi di panico"

Sintomi fisici e psicologici

L’attacco di panico coinvolge il corpo e la mente della persona che ne soffre.

A livello fisico i sintomi sono evidenti:

  • si provano palpitazioni o tachicardia,
  • aumenta la sudorazione,
  • si avvertono brividi oppure vampate di calore
  • tremori,
  • la sensazione di soffocamento o di asfissia,
  • dolori al petto,
  • nausea,
  • fitte addominali,
  • instabilità fino al punto dello svenimento,
  • angoscia per la perdita del controllo o la paura di morire,

e ancora tanto altro.

Perché durante un attacco anche i pensieri avvertono il pericolo imminente e si concentrano sulla paura di fare brutta figura, impazzire o addirittura perdere la vita.

Leggi anche "cosa fare se una persona ha un attacco di panico"

Il disturbo di panico

L’attacco di panico diventa così un nemico subdolo da sconfiggere. Dopo la prima esperienza, la persona coinvolta teme che possa ripetersi. Innescando così un circolo vizioso che può sfociare nel cosiddetto “disturbo di panico”, ossia la paura di avere paura, in cui il soggetto inconsapevole diventa parte attiva nell’insorgenza e nella persistenza di futuri attacchi.

Le cause degli attacchi

È un fastidio piuttosto diffuso che rientra nella categoria dei disturbi d’ansia. Può essere il risultato dell’interazione di pensieri, emozioni e fattori fisici conseguenti a un periodo di forte stress, soprattutto in persone che a livello genetico o di stati d’ansia sono già particolarmente predisposte.

Per cui il livello normale d’ansia che tutti hanno, a seguito di un evento stressante può sfociare in un attacco di panico. Perché le cause scatenanti più comuni sono proprio la predisposizione genetica, lo stress elevato, la preoccupazione per il proprio stato di salute e i sentimenti spiacevoli generati da eventi negativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso