20 Agosto Ago 2018 1546 20 agosto 2018

Acido retinoico dove si trova

  • ...

Una sorta di riprogrammatore in grado di alleviare i segni dell'invecchiamento cutaneo, l'acido retinoico, è l'unica molecola in grado di ringiovanire davvero la pelle.

Leggi anche: "Cosa sono i fili di acido polilattico"

Acido retinoico, cos'è e dove si trova

L'acido retinoico, o retinolo, non è altro che la versione acida (sintetizzata chimicamente dall'organismo) della vitamina A. Grazie alla sua capacità di stimolare la crescita cellulare, è utilizzato in svariati ambiti della medicina, ed è diffuso particolarmente in campo estetico. Oltre a ringiovanire la pelle, è stata recentemente evidenziata la sua capacità di:

  • rafforzare il cuoio capelluto, favorendo la ricrescita dei capelli,
  • combattere le macchie solari, l'acne, le lentiggini,
  • contrastare i disturbi oculari.

Motore principale che permette la formazione dell'embrione, l'acido retinoico, risulta essere indispensabile per tutti i vertebrati che si riproducono.

La capacità di dar vita a nuove cellule, è strettamente correlata all'assunzione della vitamina A. Dunque le fonti alimentari di vitamina A sono davvero indispensabili per l'assunzione di questo elemento. Di norma, una corretta alimentazione basata sul modello della dieta mediterranea, assicura un giusto apporto di vitamina A per il benessere dell’organismo.

Vi sono poi i medicinali che contengono retinoidi, che sono utilizzati per la cosmesi, contenuti in modo particolare nelle creme antirughe, o in quelle finalizzate al trattamento di patologie dermatologiche come la psoriasi e l’acne.

Leggi anche: "Come ringiovanire le pelle del corpo"

Acido retinoico, una cura per il cancro?

L'acido retinoico, una nuova possibilità di curare il cancro!

Autori di tale scoperta sarebbero stati i ricercatori della Sapienza coordinati da Elio Ziparo in collaborazione con il Comprehensive Cancer Center di Cleveland, U.S.A., che hanno dimostrato come un trattamento con acido retinoico sia in grado di autodistruggere le cellule neoplastiche, mediante un processo di morte cellulare programmata definito apoptosi.

Tale ricerca, condotta su cellule umane coltivate in vitro e poi trapiantate in topi sani, oltre che su campioni bioptici da pazienti, è stata pubblicata dalla prestigiosa rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS).

Leggi anche: "L'immunoterapia può curare il cancro"

Uso e controindicazioni dell'acido retinoico

L'acido retinoico è però vero e proprio farmaco, dunque non privo di effetti collaterali. Fondamentale ne è dunque la prescrizione medica, dopo un preliminare check-up della pelle.

Tra gli effetti collaterale più noti vi è la cosiddetta “dermatite da retinoidi”, che comporta pelle arrossata, pruriginosa, e delle volte desquamante. Nel caso si dovessero notare tali manifestazioni sarà opportuno, oltre che l'immediata sospensione del farmaco, avvisare il medico specialista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso