22 Agosto Ago 2018 1944 22 agosto 2018

Cardiospirina quando prenderla

  • ...

La cardiospirina è un farmaco il cui principio attivo è l’acido acetilsalicilico, una sostanza che agisce sul flusso sanguigno e utilizzata al fine di prevenire la coagulazione del sangue, per evitare quindi il rischio di attacchi cardiaci in soggetti che ne sono stati già colpiti in precedenza o di coloro che hanno subito un ictus, o ancora, in quelle determinate persone la cui salute cardiovascolare è messa a repentaglio.

Leggi anche: Dove si trova il cuore

A chi viene prescritta la cardiospirina

La cardiospirina viene quindi prescritta dai medici ai quei pazienti costretti a dover tenere sotto controllo la propria salute cardiovascolare, per evitare la formazione di trombosi o nel caso in cui il soggetto ha subito già un’angioplastica o l’impianto di un by-pass.

Quando assumere la cardiospirina

Le dosi più comunemente prescritte dal medico per la somministrazione della cardiospirina, corrispondono a 100mg al giorno ovvero la dose di una sola compressa, ed è importante non assumere più di una compressa al giorno, salvo diverse e particolari prescrizioni del medico. La cardiospirina va assunta con molta acqua, un bicchiere pieno, e solo dopo aver terminato un pasto e mai a stomaco vuoto, ed è importante ancora ricordare che si tratta di un farmaco di cui non è possibile interromperne la somministrazione secondo il proprio volere, ma è fondamentale chiedere prima il parere su un’eventuale interruzione al proprio medico, che risulta essere l’unico in grado di conoscere cosa rappresenta il meglio per la salute del proprio paziente in cura.

Leggi anche: Betabloccanti cosa sono

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso