11 Ottobre Ott 2018 1937 11 ottobre 2018

Pranoterapia cos'è e cosa cura

  • ...

La pranoterapia, un particolare tipo di trattamento che riequilibra i flussi energetici nel corpo, sta attirando sempre più curiosi, per l’effetto particolarmente benefico che sembra avere sui processi di autoguarigione, pur non facendo ricorso a sostanze mediche o curative.

Nonostante questa pratica sia relativamente nuova e non ancora ben conosciuta nei suoi effetti a lungo termine, sembra che chi si sottopone ad essa possa trarre benefici anche immediati.

Leggi anche come scaricare lo stress

Da dove deriva la pranoterapia

La pranoterapia deriva da antiche pratiche sanscrite, che consistevano nell’imposizione delle mani e nella trasmissione dell’energia vitale per mano di curatori che sembravano avere poteri soprannaturali.

Anche il nome di questo trattamento deriva dal sanscrito e significa appunto energia vitale, stando agli insegnamenti della filosofia Veda e al concetto di prana, in essa centrale. Il prana scorre per tutto il corpo attraverso dei sottili canali chiamati fiumi e ricorda molto il chakra della medicina cinese.

Chi pratica la pranoterapia è il grado di percepire i campi energetici del paziente e ristabilirli nel caso ci fossero delle disfunzioni. In alcuni casi il terapeuta sfrutta le sue capacità per trasferire parte della propria energia vitale al paziente, ma in nessun caso si utilizzano farmaci o altre sostanze.

Gli effetti benefici della pranoterapia

La pranoterapia è considerata un’autoguarigione del corpo, consigliata in tutti i casi di irritazione o infiammazione dell’organismo, sia nelle fasi acute che in quelle croniche.

Tra le principali problematiche risolvibili attraverso la pranoterapia sembrano esserci emicranie o mal di testa, ernie, mal di schiena, dolori articolari o reumatici, disturbi gastrointestinali e traumi fisici come distorsioni, stiramenti e tendiniti.

Scopri anche i rimedi natuarli per il mal di testa da ciclo

Gli influssi della pranoterapia possono risolvere anche problemi di stress e ansia o persino depressione e insonnia. A volte i terapeuti possono consigliare dei regimi dietetici per favorire l’effetto delle terapie e velocizzare il processo di autoguarigione, perché gli alimenti apportano particolari forme di energia al corpo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso