21 Novembre Nov 2018 0926 21 novembre 2018

Come è morto Giuliano Gemma

  • ...

L'attore Giuliano Gemma, all'età di 75 anni perde la vita il 1 ottobre 2013 in un incidente stradale vicino a Roma, a Cerveteri.

Tutti lo ricordano come un eroe del western e poi bravissimo protagonista anche in film più impegnati.

Nato nel 1938 a Roma, aveva sposato Baba Richerme giornalista, dopo un primo matrimonio dal quale aveva avuto due figlie, Vera e Giuliana.

Leggi anche: Chi era Giuliano Gemma

L'incidente

Giuliano rimane coinvolto in un grave incidente sulla strada, composto da un impatto frontale. La sua auto si scontra contro un'altra vettura. Viene poi portato d'urgenza all'ospedale di Civitavecchia anche se le sue condizioni erano davvero critiche.

Nell'incidente rimangono feriti un uomo e il figlio.

Giuliano Gemma subito dopo l'impatto riesce a chiamare la moglie. Era quindi cosciente, tanto da rassicurarla dato che pensava di essersi fatto male solo ad una gamba.

La consorte si precipita all'ospedale, ma non riesce a vederlo vivo.

Leggi anche: Incidente stradale, morto Giuliano Gemma

I soccorsi

Dopo una tragedia simile i pensieri sono tanti, come quelli sui soccorsi che se fossero stati più solerti forse Giuliano sarebbe ancora tra noi.

Con questa convinzione, anche Roberto Di Berardino, amico dell'attore, resta sconvolto nell'apprendere la drammatica notizia. Lui stesso affermava che era con Gemma pochi minuti prima dello scontro stradale avvenuto addirittura vicino a casa.

Le sue parole furono "Non posso crederci".

I soccorsi non sono stati abbastanza rapidi? L’ambulanza si è fermata troppo a lungo? Tanti sono stati gli interrogativi senza una risposta, ma all’ospedale di Civitavecchia il nostro Giuliano Gemma non è riuscito a sopravvivere.

Leggi anche: Quali sono i migliori film di Giuliano Gemma

Lo ricordiamo con un sorriso nei film "Una pistola per Ringo", " Adiòs Gringo" ma anche in "Un dollaro bucato" e così via.

Potrebbe anche interessarti: Giuliano Gemma, profilo dell'uomo chiamato Ringo

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso