27 Marzo Mar 2018 1330 27 marzo 2018

Vigilia di Pasqua cosa si mangia a Napoli

  • ...

Napoli non è solo una città nota per la sua bellezza culturale e artistica che attira migliaia i turisti, ma desta interesse anche per la sua rinomata cucina apprezzata da tutti i palati, anche i più difficili.

La cucina napoletana è soprattutto tradizionale, e proprio in prossimità delle festività vengono preparati dei piatti che la rispettano.

Leggi anche "Pasqua cosa si mangia a Napoli"

I piatti napoletani della vigilia di Pasqua

La Settimana Santa di Pasqua, per i napoletani rappresenta una vera e propria tradizione da rispettare, preparando dei consueti piatti che poi variano in base agli usi delle diverse famiglie.

Il Venerdì Santo ad esempio, secondo la cultura partenopea, dovrebbe essere un giorno di digiuno totale, oppure si preparano piatti più leggeri rispetto ai piatti che si cucinano solitamente.

Leggi anche "Ricette del pranzo di Pasqua napoletano"

Per quanto riguarda invece, il giorno della viglia di Pasqua ci sono dei piatti in particolare che vengono preparati solitamente.

  • Il tortano e il casatiello sono due tipi di rustici lievitati a base di pasta di pane e farciti differentemente. Il tortano prevede come ripieno i ciccioli di maiale, mentre il casatiello è farcito con salame, formaggio e decorato con uova sode sulla superficie.
  • La fellata è un semplice ma ricco antipasto composto da vari affettati, formaggi quali ad esempio provolone e ricotta salata, mozzarelle, e uova sode.
  • La zuppa di cozze è un piatto che secondo tradizione viene mangiato il giorno che precede la Pasqua, da consumare in compagnia dei propri cari e amici, per condividere il piatto in un clima festoso.
  • La pastiera è il dolce napoletano per eccellenza del periodo pasquale. È composto da una pasta frolla friabile ripiena di una farcitura cremosa di ricotta e grano lessato, acqua di fiori d’arancio e arancia e cedro canditi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso