9 Aprile Apr 2018 1724 09 aprile 2018

Come conservare la pastiera

  • ...

Sono tantissimi i dolci che si possono mangiare durante le festività. Tra i dolci più buoni c’è sicuramente quello presente nella tradizione napoletana, ovvero la pastiera.

Un dolce che si soprattutto nel periodo di Pasqua e che ha degli ingredienti all’interno molto delicati.

Per farla infatti occorrono uova, frutta candita, latte e ricotta. Ingredienti buoni ma che sono difficili da conservare per tanto tempo. Ecco quindi cosa possiamo fare e alcuni consigli su come conservare la pastiera cotta per far sì che rimanga fresca.

Pastiera napoletana: conservazione in frigo

La pastiera napoletana può essere conservata in maniera ermetica. Per farlo però è sempre meglio tagliarla a fette per coprire bene tutti i pezzi. La pastiera non deve essere sbriciolata perché in questo modo rimarrà sempre compatta e facile da conservare.

Una volta tagliata a pezzi comunque la pastiera deve essere coperta con dei fogli di alluminio: ogni foglio dovrà ricoprire un pezzo di dolce. In alternativa si può anche utilizzare la carta da forno oppure la pellicola trasparente.

In frigo la pastiera napoletana può essere conservata per un massimo di tre giorni.

Come conservare la pastiera in freezer

Per conservare la pastiera napoletana si può anche usare il congelatore. Anche in questo caso deve essere tagliata a pezzi e ricoperta di carta d’alluminio per poi metterla nel congelatore e conservarla per circa 20 giorni.

Prima di consumarla però è meglio toglierla dal freezer qualche ora prima per farla ammorbidire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso