7 Maggio Mag 2018 1306 07 maggio 2018

Come fare la crema pasticcera in casa

  • ...

Preparazione a base di zucchero, tuorli d'ouva, latte, farina e aromi vari, la crema pasticcera, è tra le farciture più usate per la realizzazione di dolci, quali ad esempio pandispagna e bigné, ma ottima anche da mangiare al cucchiaio.

Crema pasticcera: ricetta

Facile da realizzare in casa, per la sua preparazione occorreranno:

  • 4 tuorli di uova
  • 60g di farina
  • 400ml di latte
  • 100g di zucchero
  • 1stecca di vaniglia

Procedimento:

  • a fiamma bassa far sobbolire il latte immergendovi la stecca di vaniglia;
  • in una ciotola, preferibilmente di vetro, montare i tuorli e le uova fino ad ottenere un composto grumoso;
  • aggiugere ora la farina setacciata, continuare a mescolare versando il latte a filo e avendo cura di togliere la stecca di vaniglia;
  • trasferire il tutto in un tegame e cuocere a fuoco lento, mescolare poi di continuo fin quando la crema non sarà densa;
  • una volta ottenuto ciò, versare la crema in una ciotola di vetro per farla raffreddare;
  • mescolare di tanto in tanto e successivamente ricoprire la crema con una pellicola che andrà fatta aderire alla superfice della crema, onde evitare la formazione della fastidiosa pellicina.

Piccole accortezze

Per un ottima riuscita importante sarà:

  • non variare mai l'ordine degli ingredienti, in quanto non si otterrebbe lo stesso risultato;
  • dividere meticolosamente i tuorli dagli albumi: una presenza, seppur minima, di albume, non permetterebbe una buona amalgamazione del tuorli;
  • non scaldare troppo il composto, in tal caso, come la maionese, la crema impazzirebbe;
  • non conservare la crema per più di 48 ore.

Leggi anche: "Cosa fare se avanza la crema pasticcera"

Variazioni e derivati della crema pasticcera classica

Crema pasticcera gluten free o vegana, la classica crema pasticcera ha subito oggi numerose variazioni, affinchè tutti abbiano la possibilità di assaporarla, vegani e celiaci inclusi. In tal caso si andrà ad utilizzare la crema di latte di riso, la farina di riso, l'amido di mais, lo zucchero di canna grezzo o di barbabietola.

A proprio piacimento è anche la scelta degli aromi, la vaniglia può essere sostituita ad esempio con la scorza di limone (come accade sulla costiera amalfitana), la scorza di arancia, i fiori secchi di lavanda, e tanto altro. Nel caso del limone fare attenzione ad evitare la parte bianca, la quale lascerebbe un retrogusto amaro.

Inoltre tramite l'utilizzo di essa possono essere realizzate altre numerose creme come:

  • crema diplomatica che si ottiene dalla crema pasticcera con aggiunta di crema chantilly e gelatina;
  • crema chiboust: crema pasticcera più meringa all'italiana;
  • crema mousselline: crema pasticcera più burro.

Leggi anche: "Come si fa la crema pasticcera al pistacchio"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso