22 Giugno Giu 2018 2049 22 giugno 2018

Cosa fare con le amarene

  • ...

Rosse, rotonde e gustose, se il detto vuole che "una ciliegia tiri l’altra", anche le amarene non sono da meno. Definite le “cugine povere” delle ciliegie, a cui somigliano per forma e colore, esse fioriscono in primavera e giungono poi a maturazione nei mesi di giugno/luglio.

Caratteristiche delle amarene

Frutti del Prunus Cerasus, le amarene appartengono alla famiglia delle Rosacee e in alcuni luoghi crescono allo stato selvatico. Caratterizzate da una forma tondeggiante, con una buccia liscia di colore rosso, e dal sapore acre, esse sono da considerarsi anche frutti benefici, ricchi di vitamina A e di potassio, nonché contenenti flavonoidi che hanno un importante potere antiossidante e aiutano a proteggere l'organismo dai radicali liberi, causa dell’invecchiamento delle cellule.

  • Tre le varietà di amarene:le amarene propriamente dette, caratterizzate da un sapore amarognolo e dalla polpa di colore chiaro;
  • le marasche, dal gusto particolarmente amaro e dalla polpa di colore rosso scuro, quasi nero;
  • le visciole, più dolci rispetto alle precedenti varietà, e dalla polpa di color rosso intenso.

Leggi anche: "Quale frutta fa ingrassare meno"

Utilizzo delle amarene in cucina

Delle amarene si utilizza tutto: a parte i frutti, sono difatti conservate anche le foglie, le quali vengono utilizzate per la preparazione di alcuni liquori, e i peduncoli che, dopo essersi essiccati al sole, sono usati come rimedio diuretico, in casi di cistiti o di insufficienza renale.

Le amarene, oltre che fresche, sono impiegate anche in cucina in molte ricette dolciarie.
Dai gelati, ai budini, dai muffin alle crostate, dalla torto cocco e amarene, a quella di cioccolato e amarene, e ancora confetture, liquori e vini.

Leggi anche: "Come fare sciroppo di amarene"

Cheesecake all'amarena

Con l'arrivo della stagione estiva quale ricetta migliore da fare con le amarene, se non una fresca e golosa cheesecake?

Ingredienti per la pasta frolla:

  • 300 g di farina 00
  • 130 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 30 g di zucchero
  • la buccia grattugiata di un limone (non trattato)

Ingredienti per la farcitura:

  • 250 ml di panna fresca per dolci
  • 160 g di formaggio spalmabile, quale può essere la philadelphia o la ricotta
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 20 amarene sottospirito
  • succo di amarene
  • 1 bustina per fare la gelatina

Procedimento:

  • Riporre in un mixer tutti gli ingredienti indicati per la pasta frolla e amalgamare il tutto fino ad ottenere un composto ben omogeneo che andrà messo in una ciotola e impastato ancora un po' con le dita; ricoprire poi con un canovaccio e mettere in frigorifero per 15 minuti.
  • In un'altra ciotola andranno messi invece il formaggio e lo zucchero, che con una frusta elettrica andranno montati a crema. Poi aggiungere a filo la panna e del miele continuando a montare la crema prima di riporla in frigorifero.
  • Ritirare ora la frolla dal frigorifero e stenderla su di un foglio di carta da forno, formando una forma sferica di circa 28 cm di diametro, che andrà cotta per circa 10 min in forno caldo a 200°.
  • Una volta fatta raffreddare, versarvi sopra prima, la crema al formaggio (che andrà ben livellata), poi, le amarene sparse un po' ovunque. Porre infine la torta in frigo.
  • Per la gelatina andranno poi seguite le istruzione riportate sulla sua bustina; l'unica cosa da cambiare sarà l'indicazione dell'aggiunta di acqua: sostituire la quantità di acqua indicata in ml, con metà acqua e metà del liquido delle amarene.
  • Fare intiepidire e versate la gelatina sulla cheesecake. Livellare il tutto e riporlo nuovamente nel frigorifero.

Sarà possibile servire la Cheesecake all'amarena dopo averla fatta riposare in frigo almeno mezz'ora.

Leggi anche: "Come preparare la ratafià in casa"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso