31 Agosto Ago 2018 0933 31 agosto 2018

Come conservare i fagiolini

  • ...

Consumare frutta e verdura ogni giorno è alla base delle buone abitudini alimentari. E altrettanto sano è mangiare questi prodotti più freschi possibile.

Però le verdure hanno un proprio ciclo produttivo e non si trovano tutto l’anno, soprattutto se si sceglie di seguire la stagionalità degli ortaggi.

I fagiolini sono molto amati e si possono conservare al naturale, ma anche sott’olio e sott’aceto, per averli sempre buoni e a portata di mano in dispensa.

Leggi anche "come congelare i fagiolini"

Fagiolini al naturale

Il metodo di conservazione al naturale è quello consigliabile, perché gli ortaggi restano freschi, il sapore non risulta alterato e il metodo da seguire è molto facile. I fagiolini si spuntano e si lavano con acqua fresca, mettendoli poi a bagno per qualche minuto con bicarbonato di sodio.

Si fa bollire l’acqua sul fuoco e si tuffano in pentola per circa tre minuti, in modo che non perdano le sostanze nutritive. Si lasciano a gocciolare e raffreddare e poi si mettono nei comodi sacchetti da riporre in freezer, sempre pronti all’uso.

Leggi anche "come bollire i fagiolini"

Verdure sott’olio

La ricetta sott’olio prevede ovviamente più elementi, ma è perfetta per avere un contorno da tirare fuori all’ultimo minuto.

Gli ingredienti sono:

  • un chilo di fagiolini,
  • uno spicchio d’aglio,
  • 700 ml di acqua,
  • 250 ml di aceto,
  • olio,
  • sale,
  • menta a piacere.

Le verdure si spuntano e lavano, poi qualche minuto nel bicarbonato, che va sciacquato bene. In una pentola si mette l’acqua salata, dove si cuociono al dente i fagiolini. In un altro tegame, mentre gli ortaggi scolano e raffreddano, si mettono l’acqua e l’aceto.

Una volta raggiunto il bollore, si tuffano i fagiolini in pentola per un paio di minuti. Quando saranno ancora ben sgocciolati e freddi, si inseriscono in un barattolo pulito con l’aglio e le foglie di menta, coprendo con l’olio d’oliva.

Con l’aceto e le spezie

La terza modalità per conservare i fagiolini è quella sott’aceto.

Per un chilo di verdure occorre avere:

Si spuntano e lavano, si cuociono al dente in acqua salata e si lasciano scolare e raffreddare per un giorno. L’aceto si mette in un tegame e si fa bollire per 3 minuti con i chiodi di garofano e i grani di pepe.

I fagiolini si mettono in un barattolo di vetro e si ricoprono con l’aceto, una volta raffreddato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso