6 Novembre Nov 2018 0721 06 novembre 2018

Come lucidare la frutta Martorana

  • ...

La frutta Martorana rappresenta in assoluto la pasticceria siciliana.

Il suo nome deriva dal monastero della Martorana fatto costruire da Eloisa di Martorana nel 1193. Il monastero benedettino si trova vicino alla chiesa edificata dall’Ammiraglio Giorgio d’Antiochia e al convento delle suore che preparavano la frutta di Martorana già in quei tempi.

Mentre in un passato ancora più remoto questo dolce veniva preparato per la festa di Tutti i Santi.

Potrebbe interessarti anche scoprire come fare la pasta di mandorle

Come preparare la frutta Martorana

L’impasto della frutta Martorana è noto anche come pasta reale che in dialetto siciliano si traduce in “pasta rriali”.

Questa preparazione è di origine araba e utilizzata in numerose ricette.

Per ottenere una simile prelibatezza si consiglia di mescolare insieme la farina di mandorle, lo zucchero, l'acqua e la vaniglia. Dare la forma voluta di vari frutti e colorare con dei coloranti vegetali. In seguito, lucidare con la gomma arabica alimentare. Infine decorare con piccioli e foglioline.

La colorazione è un procedimento lungo e paziente dato che si dovranno passare diverse mani prima di ottenere l'effetto desiderato, magari rifinendo con le sfumature naturali della frutta stessa.

Segue l'asciugatura.

Leggi anche: Come colorare la frutta martorana

Lucidatura della frutta Martorana

Dopo la preparazione e la colorazione bisogna lucidare la frutta Martorana con del lucido per alimenti o gomma arabica alimentare. Si consiglia di leggere con attenzione le istruzioni sulla confezione, anche se in ogni caso saranno necessarie almeno due passate di lucidatura.

Alla fine, far asciugare e decorare con piccioli, foglioline e tralci da acquistare già pronti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso