28 Marzo Mar 2018 1144 28 marzo 2018

Serial killer italiani famosi

  • ...

Il profilo psicologico di un killer non è sempre facile da interpretare. C'è chi uccide per passione, chi per gelosia, chi per sfizio, chi per rabbia, chi per odio... Di solito il gesto del killer è disperato ed impulsivo, non premeditato.

Poi c'è invece chi è definito come serial Killer. Ossia quella persona che invece non uccide per impulso e non si pente delle sue scelte. Quel profilo psicologico, forse, è più facile da interpretare.

Leggi anche "Chi sono i serial killer più famosi della storia"

Il serial killer è quasi sempre un uomo ancora giovane, con una intelligenza superiore alla media, un uomo arguto, le cui vittime sono quasi sempre esseri indifesi e deboli.

Il perché della furia omicida del serial killer è spesso legato ad una infanzia ed un trascorso di solitudine, di abbandono e colmi di difficoltà. Ma quali sono stati quegli omicida seriali che hanno scritto la storia di carneficina in Italia?

Leggi anche "Chi incastra il serial killer"

Serial Killer italiani famosi

Tra i serial killer più famosi di Italia si ricordano:

  • Il mostro di Torino: Giancarlo Giudice, camionista, che tra il 1983 e il 1986 ha ucciso ben 9 prostitute;
  • Il mostro di Aosta: Andrea Matteucci, artigiano, che ha ucciso 3 prostitute ed un omosessuale;

Leggi anche "L''Italia dei delitti irrisolti"

  • Gianfranco Stevanin, agricoltore, che ha ucciso tre donne e sotterrato i loro corpi nei campi;
  • Il mostro di Genova: Valentino Pesenti, che ha ucciso 4 persone ed assassinato madre e figlia;
  • Wolfgang Abel e Marco Furlan che firmarono i loro omicidi con 'Ludwig'.

Leggi anche "Gli altri Ludwig. Dall'Italia agli Usa: identikit delle coppie omicide."

Insomma, se l'Italia è spesso stata ritenuta un paese tranquillo, di sicuro i serial killer più famosi non ne alimentano il nome!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso