6 Settembre Set 2018 0824 06 settembre 2018

Quali sono i vini tannici

  • ...

Dire che un vino è tannico, cioè ricco di tannini, significa in pratica attribuirgli una caratteristica, un aggettivo.

Di solito, è proprio l'esperto di vini che parla delle proprietà e dei procedimenti, o meglio sono i sommelier le persone più adatte a degustare i vini, classificarli e consigliare quelli migliori o magari più appropriati per le varie pietanze.

Per esempio il Barbaresco è un vino tannico.

Leggi anche: Quali sono i vini aromatici

Cosa vuol dire vino tannico

Per tannico si intende quel vino ricco di tannini, ossia le sostanze che si trovano nei vinaccioli e nella buccia dell’uva. Passano nel vino grazie alla vinificazione e conferiscono allo stesso quel sapore astringente che asciuga, come si suol dire, il palato.

Il risultato, è una sensazione di secco, molto caratteristica se si preferiscono questi vini tannici.

Considerando che, chi più e chi meno, i vini rossi sono quasi tutti tannici, il risultato finale dipende molto dal vitigno, magari molto ricco di tannini come il Sagrantino. Ma anche il tipo di vinificazione può ottenere tanti o pochi tannini dal mosto.

L'equilibrio di tannini e sapori in un vino è la sua carta vincente dato che i tannini sono elementi molto incisivi e c'è il rischio che diventino predominanti alterando il gusto finale.

Leggi anche: Vendemmia 2017: tendenze e costi dei vini di quest'anno

Vini tannici

Fra i vari vini tannici il Nebbiolo contiene un alto valore di tannini, mentre il Pinot nero molto meno. Ma il re è il Montefalco Sagrantino, astringente al punto giusto, quindi ricco di tannini.

Quella sensazione di tannico o meglio di ruvidità che si ottiene in bocca potrebbe essere l'ideale se abbinato a certi piatti, come l'assaggio di un saporito formaggio o un entrecôte ai ferri.

Mentre i tannini dolci vengono prodotti di solito nelle zone calde; ecco allora il Primitivo e il Syrah.

Altra distinzione è quella del tannino levigato perché il vino viene travasato in botti di legno. Quella piccola o barrique rilascia più tannini al vino, mentre la botte grande o tonneau ne offre meno.

Alla fine i vini tannici saranno tutti quelli che si producono con il Cabernet, il Nebbiolo e il Tannat.

Leggi anche: Quali sono i vini senza solfiti

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso