22 Ottobre Ott 2018 1344 22 ottobre 2018

Quando si festeggia San Michele

  • ...

Il nome Michele deriva dall’ebraico Mi-ka-El, ossia “Chi è uguale a Dio?” e l’onomastico di questo nome si riferisce a San Michele Arcangelo, primo Arcangelo della storia della Bibbia che combatté coloro che sfidarono il Dio Onnipotente peccando di superbia e invidia.

Il giorno di San Michele, secondo il calendario liturgico cattolico, è il 29 settembre e il suo culto è riconosciuto sia in occidente che in oriente con opere architettoniche, quadri e rilievi rivolti alla figura dell’Arcangelo, considerato dalla Chiesa come la vera antitesi del Demonio.

La data del 29 settembre tuttavia, vuole ricordare i 3 Arcangeli più importanti del Paradiso: Michele, Gabriele e Raffaele dove questi ultimi sono riconosciuti come l'Angelo messaggero e l'Angelo dell'amore sponsale.

Leggi anche: " Chi sono gli Arcangeli"

Il primo Arcangelo, colui che ebbe come primo il nome Michele

Come è stato accennato nelle prime righe, Michele fu l’Arcangelo che durante lo scontro tra angeli fedeli a Dio e angeli ribelli con a guida Lucifero, scacciò questi ultimi al grido Mi kha'el, ovvero chi è come Dio?

Simbolo di forza e fedeltà, il suo nome si trova in molti scritti: viene nominato 4 volte nella Bibbia, nel libro di Daniele e di Giuda e perfino nell’Apocalisse della madre di Dio, dove conduce la Vergine in un viaggio per mostrare le pene dei dannati.

Proprio da come si evince dalla descrizione, è un nome molto importante che a partire dal Medioevo venne utilizzato per nominare regnanti e imperatori come quelli di Russia, Polonia e Portogallo.

In italia, il nome Michele è molto utilizzato nella regione pugliese per via dell'apparizione nel V secolo dell'Arcangelo Michele. Questo apparve ad un vescovo della zona Lorenzo Maiorano, indicandogli una grotta nel gargano da erigere al culto cristiano.

Ora in questo luogo sorge un santuario dedicatogli: il Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant'Angelo, in provincia di Foggia.

Leggi anche " Il giorno di San Michele a Monte Sant' Angelo"

San Michele Arcangelo Patrono

Nella forma iconografica e in architettura, l’Arcangelo Michele è raffigurato con imponenti ali, armatura e spada che afferra in modo trionfante verso l’alto.

Questi dettagli stanno a simboleggiare la vittoria contro gli angeli ribelli e quindi contro Lucifero che sotto le sembianze di un drago si scontrò contro gli angeli rimasti fedeli a Dio.

Proprio per aver fronteggiato e combattuto il male, l’Arcangelo Michele è divenuto il patrono e protettore della Polizia di Stato che attraverso preghiere e motti in suo onore, lo innalza alla loro figura simbolo.

In Italia, San Michele Arcangelo è ricordato come Santo Patrono in oltre 60 città come Alghero, Albenga, Caserta, Cuneo, Vasto e Sant'Angelo (PS).

San Michele Arcangelo è anche protettore dei commercianti, dei fabbricanti di bilance, dei giudici, dei maestri di scherma, dei radiologi, dei paracadutisti e dei farmacisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso