24 Ottobre Ott 2018 0935 24 ottobre 2018

Chi era Anna Karenina

  • ...

Il valore della famiglia, l’importanza del matrimonio, ma anche tradimenti e ipocrisie: queste le tematiche intorno alle quali ruota uno dei classici più letti della letteratura europea, "Anna Karenina", pubblicato nel 1877 dallo scrittore russo Lev Tolstoj.

Leggi anche: "Quali sono i romanzi più famosi di Tolstoj"

Anna Karenina, trama del romanzo

Anna Karenina”, romanzo-specchio della scocietà russa ottocentesca, ha come protagonista principale un amore travolgente, quello di Anna, moglie di un alto funzionario governativo (Karenin), per un giovane ufficiale, il conte Vronskij.

Anna, donna affascinante e brillante, perfettamente integrata nell'alta società di cui fa parte, lascia il marito, il figlio e la sua posizione in nome della sua passione. Fugge dalla casa coniugale con l’amante e la figlia illegittima in cerca della felicità, ma il suo idillio si rivela un serrato isolamento che la porterà a diventare una vittima di se stessa, più che della società e delle convenzioni.

Incapace di trovare una via d’uscita, decide infine di togliersi la vita recandosi a Mosca e gettandosi sotto i binari di un treno.

“Laggiù! Proprio in mezzo! Castigherò lui e mi libererò da tutti e da me stessa”.

In parallelo le vite e gli amori di un gruppo di personaggi tutti legati tra loro da vincoli di parentela e amicizia. Altro perno del romanzo è infatti l'amore di Levin e Kitty, un amore sincero, pazientemente perseguito che si contrappone alla passione extraconiugale dei protagonisti, che comunque persiste, nonostante l’opposizione della società e del marito di lei.

Leggi anche: "Chi ha scritto Guerra e pace"

La figura della protagonista

Anna Karenina, un'esemplare femminile, una donna che apparentemente ha tutto quello di cui una persona ha bisogno per essere felice, ma che ben presto si scopre vittima di una felicità di facciata: eccezione fatta per il figlio (che lei ama moltissimo), tutto nella sua vita appare fasullo e costruito.

Anna in realtà è una donna passionale che vuole vivere la vita appieno, ed è per questo che insegue con tutta se stessa il suo amore per l'ufficiale Vronskij, nonostante il loro legame non può che creare scandalo nella società dell’epoca.

La passione per Vronskij è però troppo forte, ed Anna in nome del suo amore per lui lascia il figlio e la sua pacata vita.

Da lui avrà anche una figlia, che ai suoi occhi diventa però l’incarnazione del suo egoismo e fonte di grande senso di colpa, quello stesso senso di colpa al quale non riuscirà a sopravvivere.

Ed ecco contrapporsi delle Anna diversissime:

  • quella iniziale, prima di incontrare Vronskji, una donna calma e lieta, capace di trasmettere fiducia a chiunque l'avvicinasse: una donna contenta del proprio destino di moglie e madre che ad agio si muove tra la gente del suo mondo;
  • quella che diventa in nome dell'amore per Vronskji, una donna che implacabilmente cerca di unire il suo amore, alle consuetudini sociali e alla simpatia di amici e conoscenti.
    Una donna che ha lottato contro le restrizioni dell'epoca ma che ha visto ogni suo tentativo finire in vano, come quando a teatro si vede offendere da una signora indignata di incontrare in società una donna che ha abbandonato il marito;
  • l'ultima Anna, una donna che ha perso suo figlio e che vede nella sua secondogenita la manifestazione del suo senso di colpa, una donna imprigionata da se stessa, rotta e devastata, che decide di placare le urla della sua anima con un gesto estremo.

Leggi anche: "Come vedere in streaming Anna Karenina"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso