18 Dicembre Dic 2018 0932 18 dicembre 2018

Hanukkah cos'è

  • ...

Gli ebrei festeggiano l'Hanukkah a Dicembre e più esattamente il 24 di questo mese al tramonto. Per loro è la Festa delle luci; per gli occidentali invece rappresenta la festa del Santo Natale o meglio la Vigilia.

Leggi anche: Natale ebraico

Hanukkah

L'Hanukkah continua per 8 giorni e la sua parola ha un significato ben preciso, cioè inaugurazione e commemorazione di un nuovo altare al Tempio di Gerusalemme.

Un ricordo quindi della Liberazione dalla prepotenza degli ellenici.

Ti potrebbe interessare anche: Cosa festeggiano gli Ebrei a Pentecoste

Un po' di storia

Gli ebrei di Israele nel 200 a.C. dovevano sottostare ai Seleucidi, anche se riuscirono comunque a professare il loro credo fino a quando salì al potere Antioco. Il re infatti profanò il Tempio di Gerusalemme iniziando nuove cerimonie pagane.

Gli ebrei allora si ribellarono, con a capo Giuda Maccabeo, per liberarsi dalla prepotenza di Antioco. Così nel 165 a.C. gli ebrei riuscirono a riconsacrare il Tempio di Gerusalemme e Giuda Maccabeo istituì la festa di Hanukkah come celebrazione dell'evento.

Un miracolo importante

Dopo la liberazione Giuda Maccabeo bonificò il Tempio, ripristinò l'Arca dell'Alleanza e accese le luci del candelabro che dovevano brillare per 8 giorni grazie ad un olio di oliva purissimo.

Sfortunatamente l'olio a disposizione bastava solo per un giorno, ma nonostante questo piccolo inconveniente gli ebrei prepararono ugualmente il Menorah o candelabro di ferro e stagno, e lo accesero.

La quantità di olio però fu sufficiente per tutti gli 8 giorni di festa, come un miracolo da ricordare per sempre.

Hanukkah oggi

Oggi come allora gli ebrei in occasione di questa ricorrenza accendono ogni giorno una candela di un candelabro composto da 9 bracci. Le candele devono essere 8 e la nona serve per accendere le altre. All'ottavo giorno tutte saranno accese.

Sono giorni felici dove i bimbi giocano con una trottola di legno composta da alcune lettere dell'alfabeto ebraico, quelle che servono per formare una frase: " Un grande miracolo accade".

Hanukkah significa anche consumare dei cibi tradizionali e cucinati nell'olio abbondante per ricordare il miracolo. Ecco allora i Latkes o i Blintzes e i Sufganiot.

Ma anche tutti i derivati del latte diventano importanti per l'occasione perché si può ottenere un formaggio che riuscì a sfamare insieme al vino abbondante il capo degli Assiri, il quale una volta assopito venne decapitato.

Leggi anche Hanukkah cosa si mangia

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso