10 Maggio Mag 2018 1205 10 maggio 2018

Malattia bambino e permessi: cosa fare

  • ...

La malattia del bambino è senza ombra di dubbio un peggioramento della salute o un'alterazione dell’organismo, anche se pur localizzata. Quindi, i genitori, in modo alterno, hanno il diritto di non recarsi al lavoro nei periodi di malattia di ogni figlio con età inferiore ai tre anni.

Cosa fare in caso di congedo malattia bambino

Coloro che devono ottenere il permesso hanno l'obbligo di presentare un certificato medico alla scuola con la specifica della durata della malattia del bimbo. L’altro genitore non dovrà usufruire del congedo in contemporanea e per sapere quanti saranno i giorni del beneficio bisogna presentare la dichiarazione sostitutiva.

Sia i dipendenti privati che pubblici hanno diritto al congedo lavorativo in caso di malattia del bambino, che sia figlio naturale oppure adottato. Questo diritto spetta in modo alternato ad entrabi i genitori lavoratori, dato che potrà assentarsi dal proprio lavoro solo un genitore alla volta, ma non tutti e due contemporaneamente.

La domanda di congedo deve essere compilata e consegnata al datore di lavoro in alcuni casi specifici di malattia del figlio e cioè quando:

  • il bambino ha un'età non superiore ai 3 anni
  • è valida per tutta la malattia e fino alla guarigione del bimbo
  • per i figli da 3 a 8 anni si usufruisce di 5 giorni lavorativi al massimo durante l’anno per ogni genitore e per ogni figlio, quindi con un solo figlio i genitori possono non recarsi al lavoro per 5 giorni ciascuno.

Il modulo per malattia del bambino può essere recuperato online, compilandolo e stampandolo. In seguito, andrà consegnato all’Ufficio del Personale dell’azienda presso la quale si lavora come dipendente, insieme al Certificato medico della malattia del bambino e alla Dichiarazione dell’altro genitore in cui risulta la rinuncia al diritto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso