21 Giugno Giu 2018 0933 21 giugno 2018

Rappresentante di lista cosa fa

  • ...

In caso di votazioni il rappresentante di lista deve assistere e vigilare all'interno del seggio e in fase di scrutinio, affinchè tutte le operazioni che riguardano il voto vengano svolte nel miglior modo possibile.

Diventare un rappresentante di lista è molto semplice perché sarà sufficiente essere maggiorenni e iscritti alla lista degli elettori del proprio Comune.

Leggi anche: Elezioni 2018, quali sono le agevolazioni per i fuori sede e Voto, stare in lista è vip

Il compito del rappresentante di lista

Il rappresentante di lista dovrà essere presente il giorno prima del voto per controllare con il Presidente che nel plico vi sia la designazione già inoltrata al Comune. Inoltre lo stesso rappresentante dovrà verificare l'autenticazione delle schede. In caso di impossibilità, il rappresentante può recarsi il giorno stesso del voto prima delle ore 7.

Nella giornata dedicata al voto, che di solito è la domenica, il rappresentante può essere presente fin dal mattino presto, anche se non è obbligatorio. Quello che invece si richiede come impegno importantissimo è quello di essere presente dalle ore 23, per presenziare all'operazione di spoglio o scrutinio.

Per tutti coloro che sono dipendenti di un'azienda il compito di fare il rappresentante di lista è considerato come un impegno. Quindi, si consiglia di far compilare dal Presidente di seggio la modulistica relativa da presentare al datore di lavoro per avere i giorni necessari e ottenere i riposi retribuiti.

Il rappresentante di lista alla fine, non deve fare altro che evitare irregolarità nei confronti del partito politico che lui rappresenta.

Tuttavia, lo stesso rappresentante non potrà ostacolare lo svolgimento corretto delle attività elettorali. Infatti, sarà proprio il Presidente di seggio, dopo aver sentito gli scrutatori, ad allontanare i vari rappresentanti di lista che disturbano o convincono gli elettori.

Il rappresentante di lista dovrà indossare un distintivo o contrassegno del soggetto o della lista che rappresenta e potrà domandare al Presidente di scrivere nel verbale le dichiarazioni relative ad eventuali difformità. Inoltre, dovrà firmare i verbali, i plichi delle operazioni, le strisce che vanno a chiudere l'urna e tutti i sigilli della porta e delle finestre della sala.

Non dovrà invece fare propaganda, fare gli elenchi degli astenuti o di coloro che hanno votato, inoltre non deve venire a contatto con le schede elettorali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso