11 Luglio Lug 2018 1746 11 luglio 2018

Dove vanno a finire i palloncini

  • ...

Non esiste bambino al mondo in grado di resistere al fascino dei palloncini: sono belli e colorati e la loro capacità di svolazzare li rende particolarmente attraenti; purtroppo a volte il gioco viene interrotto perché il palloncino scoppia o sfugge di mano e vola via; ma a proposito, quante persone si sono chieste dove vanno a finire i palloncini?

Che fine fanno i palloncini volati via?

Quando un palloncino vola via, nella testa di chi lo vede possono crearsi idee di ogni tipo: magari c'è chi è convinto che vagherà chissà ancora per quanto, chi è sicuro che continuerà a salire fino a raggiungere i satelliti intorno al pianeta o chi crede che si dissolva nell'atmosfera. In realtà la risposta al quesito “dove vanno a finire i palloncini” è molto semplice: prima o poi scoppiano!

Sono tanti i fattori che entrano in gioco quando un palloncino scappa di mano e vola in cielo: il gas che è al suo interno spinge verso l'esterno, la pressione dell'aria tende a comprimerlo e l'elasticità della plastica in cui è realizzato il giocattolo tende a riportarlo alla sua forma originale “da sgonfio”. Mentre vola sempre più in alto, il palloncino subisce gli effetti della densità dell'aria e della pressione esterna, che diminuiscono.

Cosa succede?

Il volume del palloncino tende ad aumentare, mentre si riduce la densità del gas al suo interno; il giocattolo continua a salire ancora finché non arriva ad un momento di rottura di questo precario equilibrio: quando diventa troppo grande, il palloncino scoppia. Grazie alle nuove tecnologie (una telecamera e uno smartphone con funzione GPS) è stato possibile scoprire che un pallone meteo (costruito con materiali più resistenti rispetto ai classici palloncini colorati) ha volato per più di un'ora, superando quota 30.000 metri prima di scoppiare.

Leggi anche: "Come gonfiare i palloncini per farli volare senza elio"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso