3 Settembre Set 2018 0856 03 settembre 2018

Chi è Elisa Isoardi

  • ...

Elisa Isoardi nasce a Monterosso Grana nel 1982 e dopo essere cresciuta a Caraglio ora vive a Milano. Trascorre la sua infanzia in campagna e dopo aver ottenuto il diploma di geometra si è subito distinta come modella e conduttrice di programmi televisivi. Grazie alla sua presenza e alla sua bellezza ha saputo farsi strada con disinvoltura ed eleganza. Adora cucinare, correre e andare in bicicletta. Possiede un gatto e un cane con i quali scatta delle belle foto da postare su Instagram.

Leggi anche: Elisa Isoardi, nuovo look

In questi ultimi anni la storia sentimentale con Matteo Salvini ha il sapore del grande amore nonostante la loro decisione di restare il più lontano possibile dai riflettori. Eccoli però insieme sulla prima pagina di un settimanale che aveva confermato la loro relazione.

Leggi anche: Elisa Isoardi: «Io e Matteo Salvini stiamo insieme»

Elisa Isoardi e la sua carriera

Elisa è una ragazza fine e dalla figura slanciata, caratteristiche queste che le permettono dei concorsi di bellezza: Miss Muretto, Miss Fragola, Miss Italia e Miss cinema. Ma dopo aver studiato recitazione pensa di trasferirsi a Milano nel 2003 per lavorare come modella per esempio per Max Mara e tanti altri marchi noti e prestigiosi.

Segue poi il debutto nella Rai a "Guarda che luna", partecipa al Festival di Castrocaro e fa esperienza a "Effetto sabato". Ma non basta, perché Fabrizio Del Noce le affida la "Prova del cuoco" come conduttrice, sostituendo Antonella Clerici per un breve periodo.

Leggi anche: Elisa Isoardi, la spesa è bio

La sua bravura la porta a continuare nella carriera conducendo insieme a Pupo Miss Italia 2011, poi ancora "Linea Verde" il programma della domenica, Uno Mattina, e "A conti fatti", "Tempo e denaro" ed infine nel 2017 "Buono a sapersi".

Perché Elisa Isoardi è ormai un volto noto della televisione italiana tanto da diventare madrina al Festival di Sanremo 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso