8 Ottobre Ott 2018 1255 08 ottobre 2018

Dove raccogliere castagne in Lombardia con bambini

  • ...

Ogni passo verso l’autunno richiama alberi spogli, foglie secche e correnti atmosferiche rigide.
La voglia di esplorare cose nuove si affievolisce, l’umore diviene più grigio e soprattutto per i bambini, le giornate divengono più corte, con poca possibilità di svagarsi su prati verdi praticando una miriade di giochi all'aperto.

Leggi anche "Cosa fare a Milano con bambini"

La raccolta di castagne, attività educativa per bambini di ogni età

Soprattutto in Lombardia, dove il clima subisce un cambiamento repentino tra settembre e ottobre, le probabilità di organizzare attività con bambini diviene più ristretta.
All’adulto dunque, non resta che inventarsi qualche attività autunnale alternativa, che fomenti la curiosità del bambino stando sempre a contatto con la natura.
Ed ecco che una delle attività più amate e diffuse è proprio la raccolta delle castagne, un momento di piacevole unione tra grandi e piccini.

Leggi anche:"Dove raccogliere castagne in Lombardia"

La raccolta di castagne è un attivita ludico-creativa che allena il bimbo nella concentrazione, nell'esplorazione e nella voglia di conoscere animali e natura: ecco perchè questa attività è promossa da molte scuole primarie, divenendo un gioco di apprendimento per iniziare nel migliore dei modi l'anno scolastico.

Prima di svelare in quali posti andare in cerca di castagne con bambini in Lombardia, è indispensabile preparare per la gita nei boschi tutto l’occorrente che potrebbe risultare banale per un adulto, ma che invece non deve essere tralasciato quando si accompagnano dei piccoli esploratori.

L'attrezzatura per andare a castagne con i bambini

  • Scarpe da trekking con suola di gomma, indispensabili per non scivolare sulle foglie ed avere grip con il terreno
  • Abbigliamento stile “cipolla” ossia vestirsi a strati, per evitare sudate inutili e per far fronte ai cambiamenti repentini di clima.
  • Bastone resistente per passeggiate su sentieri, solitamente di legno con manico curvo
  • Cestino di vimini, o sacchi di juta, no plastica che evita traspirazione
  • Guanti di gomma per evitare ferite e punture dei ricci, le case delle castagne
  • Zainetto, importantissimo quando si esce con bambini contenente acqua, zollette di zucchero, eventuali riserve di cibo, fazzoletti, kit primo soccorso e tutto l’occorrente che potrebbe risultare utile in base all’età e le esigenze del bambino.

Le mete in Lombardia per la raccolta di castagne con i bambini

Dopo aver specificato l’essenziale per trascorrere una giornata nei boschi con i più piccoli, evidenziamo di seguito, le migliori mete per organizzare una gita con i più piccoli, seguendo diverse caratteristiche alla portata di tutti, come terreno pianeggiante, sentieri sicuri,altitudini moderate e vicinanza alle città o ai borghi d'interesse culturale.

Le mete sono state scelte dalla guida Touring e selezionate seguendo i canoni qui sopra citati.

  1. Alta Brianza lecchese: Parco di Montevecchia e Valle del Curone vicino al santuario della Beata Vergine del Carmelo, tappa interessante e vicina ai boschi di castagno.
  2. Val d’Intelvi tra Casasco e Lanzo in provincia di Como, vicino al confine svizzero
  3. Valganna in provincia di Varese vicino alla frazione di Boarezzo, con un antico borgo caratteristico immerso nel verde
  4. Prealpi bergamasche, in particolare il Monte canto, fitto di castagneti e vicino al paese natale di papa Giovanni XIII, Sotto il monte.

Attenzione: parchi naturali come quello di Montevecchia adottano regole rigide sulla raccolta di castagne.
Sul sito di ogni Parco naturale si potranno trovare maggiori informazioni per permessi sulla raccolta di castagne.
Occhio quindi a proprietari di fondi che potrebbero segnalare estranei nei propri territori e far incorrere i ricercatori in sanzioni anche molto rigide.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso