22 Ottobre Ott 2018 1307 22 ottobre 2018

Da cosa è nato il detto lento come una tartaruga

  • ...

L'espressione "lento come una tartaruga" è oramai diventata di uso comune in quanto, la tartaruga, rettile che può abitare in ambiente acquatico o terrestre, risulta essere famosa proprio per la sua "flemma".

Leggi anche: "Perché si dice freddo cane"

La caratteristica lentezza della tartaruga

Le tartarughe, tra i vertebrati più antichi della terra, comparse circa 250 milioni di anni fa, hanno mantenuto immutate nel tempo gran parte della loro struttura anatomica, pur adattandosi man mano alle svariate condizioni ambientali in cui si sono trovate a vivere.

Nonostante il loro aspetto compatto, il loro guscio è composto da qualcosa come una cinquantina di differenti ossa che si fondono con le costole e le vertebre. Ciò significa che a differenza di altri ‘animali con il guscio’ le tartarughe sono un tutt'uno con la loro ‘casa dalla quale non possono liberarsi.

Con il passare degli anni peraltro il guscio cresce e si appesantisce, determinando, di conseguenza, il rallentamento dell’animale costretto a trascinare sempre il peso della sua corazza.

Ed è così che la lentezza della tartaruga è diventata un luogo comune molto diffuso, tanto da creare delle metafore che vanno a paragonare qualcuno molto lento nello svolgere una particolare azione, ad una tartaruga appunto.

Oltre all’andatura, questi rettili, sono caratterizzati anche da un lento metabolismo e da una lenta rigenerazione cellulare che ne comporta una spiccata longevità. Infatti, se le tartarughe di acqua dolce possono arrivare ai trent’anni d’età, quelle di terra superano i cento anni.

Leggi anche: "In che periodo vanno in letargo le tartarughe"

Tartarughe lente? Errato generalizzare

Attenzione però: svariari studi hanno attestato l'esistenza di molte specie di tartarughe veloci.

Tra le principali:

  • La tartaruga Liuto, una tartaruga nota per l’importanza delle sue dimensioni, tanto da meritarsi il primato della più grande tra le tartarughe marine (può superare il metro e mezzo di lunghezza e pesare oltre 5 quintali).
    Diffusa a largo dei mari caldi e temperati ha una velocità che può arrivare ai 10 Km/h.
  • Le piccole e comuni tartarughe acquatiche, che si tengono nell’acquario di casa, raggiungono i 2 Km/h, velocità “invidiabile” per questi piccoli animali.

Le tartarughe di terra sono invece solitamente molto meno veloci rispetto alle parenti acquatiche. Spiccano però per maggior "sveltezza":

  • la tartaruga gigante, la più grande specie tra le testuggini (supera il metro di lunghezza e i 2 quintali di peso), percorre circa 0,1 km/h;
  • la comune tartaruga di terra, spesso tenuta in giardino, capace di percorrere ben 300 metri in un’ora quindi alla velocità di 0,3 km/h.

Detto ciò, prima di paragonare qualcuno ad una tartaruga, sarà bene pensarci due volte, se si pensa che una lumaca da giardino percorre in media 0,05 km/h.

Leggi anche: "Alla scoperta delle strane tartarughe"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso