27 Novembre Nov 2018 1000 27 novembre 2018

Come spiegare Santa Lucia ai bambini

  • ...

In prossimità del solstizio d’inverno, nel giorno più corto che ci sia, sì festeggia Santa Lucia. Per molti bambini di Italia, il 13 dicembre è un giorno importante: Santa Lucia, con il suo asinello, porta doni a tutti bambini buoni ed anticipa il Natale portando un’atmosfera ricca di festeggiamenti.

La celebrazione della Santa deriva dalla martire cristiana Lucia da Siracusa, che per proteggere le persone convertite al cristianesimo, sotto l’Impero Romano di Diocleziano, ha dato la sua vita per accorrere in aiuto dei perseguitati cristiani, nascosti nelle catacombe della sua città.

Questa festa ha radici sedimentate in tutta Italia in particolare nelle province di Brescia, Cremona, Lodi, Mantova; ma ha particolare significato anche in Campania, Sicilia e Sardegna dove viene festeggiata una ricorrenza dal sapore natalizio.

I bambini che credono in Santa Lucia, apriranno quindi i regali ancor prima di Natale perché la tradizione vuole che tutti i bambini buoni possano ricevere dei doni davvero importanti.

Leggi anche: "Dove si festeggia Santa Lucia"

I valori dietro la Festa di Santa Lucia

Per spiegare ai bambini l’arrivo di Santa Lucia, è opportuno spiegare precedentemente dei valori fondamentali di condivisione e carità: Santa Lucia è stata una martire che ha aiutato i più deboli portando cibo e viveri ai perseguitati cristiani e rischiando così la sua vita per il prossimo.

La morale è proprio quella di offrire aiuto ai più deboli, cercando di dar loro tutto ciò che è possibile donare. La ricorrenza ha anche un significato contadino che richiama il periodo di carestia intorno al 1500 che visse la città di Brescia, proprio nel giorno del 13 dicembre. Si narra infatti che questa città subì un forte periodo di povertà che vide i suoi abitanti soffrire di stenti.

La città di Cremona, allarmata della grave situazione, chiese aiuto ai suoi abitanti affinché con degli asini accorressero dalla popolazione ridotta in miseria per portare dei sacchi di grano vicino alle loro case.

Lo spirito di solidarietà busso così alle loro porte e da questo giorno, la città di Brescia e le province limitrofe, celebrano la festa di Santa lucia non solo in ricordo della giovane martire, ma anche per promulgare e diffondere lo spirito di mutuo soccorso che deve essere impresso anche nei bambini più piccoli.

Leggi anche: "Perchè si festeggia Santa Lucia"

Come si preparano i bambini per Santa Lucia?

Si narra che il giorno prima, Santa Lucia passi con il suo asino per le case dei bambini buoni a portare doni. In cambio i piccini le fanno trovare un bicchiere di vin santo e qualche biscotto per ristorarsi.

La ricorrenza vuole che si ringrazi anche l’asinello, che colpito dalla fatica di portare tanti doni, ha bisogno di rifocillarsi con biada e acqua. I bambini così, fanno trovare un po’ di paglia anche per l’asinello che grazie ad un po’ di cibo potrà portare a termine il proprio compito.

Leggi anche "Come è vestita Santa Lucia"

La preparazione della festa di Santa Lucia

La preparazione alla festa inizia i primi di dicembre, dove i bambini sono impegnati a formulare la tanto attesa letterina per specificare tutti i regali desiderati.

Ma attenzione! Santa Lucia entra solo nelle case dei bambini più buoni, ed è quindi di norma che gli adulti raccomandino ai propri figli un buon comportamento basato sulla solidarietà e l’amicizia.

Anche gli stessi adulti sono protagonisti della ricorrenza: durante la fase di preparazione, questi vanno in giro suonando i campanelli delle case per far capire che Santa Lucia sta arrivando e sta iniziando a controllare il comportamento di tutti i bambini. Inoltre, sulle porte lasciano qualche caramella come testimonianza del passaggio della Santa.

Vedendo le caramelle, i bambini comprendono che Santa Lucia porterà anche per l’anno corrente i doni tanto desiderati e daranno così il via ai festeggiamenti che coinvolgeranno poi tutta la comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso