29 Novembre Nov 2018 1054 29 novembre 2018

Come funziona una scala mobile

  • ...

C'è chi ne è affascinato e chi invece ne ha ancora un po' timore, ma è impossibile negare che le scale mobili siano una grande comodità: ormai si trovano dappertutto, dalle stazioni ferroviarie o delle metropolitane ai centri commerciali, e permettono alle persone di muoversi più rapidamente e con meno fatica.

Ma come funziona una scala mobile?

Il funzionamento della scala mobile

Naturalmente nel corso degli anni l'aspetto dei trasportatori-elevatori è cambiato considerevolmente: sono passati 125 anni dalla prima installazione a New York; all'inizio erano dei semplici nastri trasportatori con dei gradini in legno, mentre oggi sono realizzati in materiali più sicuri (e meno infiammabili).

Alla base del funzionamento della scala mobile c'è un nastro trasportatore che trascina dei gradini mobili articolati che hanno la particolarità di rimanere sempre in posizione orizzontale. Il nastro è una banda chiusa ad anello che viene trainata dai rulli che si trovano alle estremità in alto e in basso della scala.

Il meccanismo è azionato da un motore che si trova sotto il pavimento. Accanto alla scale di solito c'è un corrimano ricoperto di gomma antiscivolo che si muove alla stessa velocità delle scale.

800.000 impianti installati nel mondo

Nel mondo sono installate circa 800.000 scale mobili che ogni giorno vengono utilizzate da più di tre miliardi di persone. Solo in Italia ce ne sono più di diecimila (135.000 nell'intero continente europeo), ma sono numeri destinati a cambiare, visto ciascun impianto ha una vita media di circa trent'anni e ogni anno ci sono 5.500 nuove installazioni.

Tokyo vanta il record mondiale per quanto riguarda la lunghezza del suo sistema di scale mobili destinate al trasporto pubblico (più di 1,5 Km), ma al secondo posto c'è Potenza (1,3 Km complessivi).

Leggi anche: "Quante calorie si bruciano facendo le scale"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso