15 Marzo Mar 2018 1610 15 marzo 2018

Come funzionano le aste immobiliari

  • ...

Acquistare una casa attraverso un’asta immobiliare può essere un’ottima occasione per fare buoni affari se non si dispone di un budget troppo elevato e si cerca qualcosa a basso costo. Le case messe all’asta sono sempre beni confiscati ai legittimi proprietari, privati e non, a causa di debiti impossibili da estinguere per diverse ragioni. Certamente il costo di queste case è ridotto rispetto alla media, tuttavia bisogna comunque informarsi debitamente e conoscere diversi aspetti prima di lanciarsi all’acquisto.

Leggi anche "A cosa bisogna stare attenti quando si acquista una casa"

Come si fa un’asta immobiliare

Un’asta giudiziaria si svolge sempre nel Tribunale locale di competenza o addirittura nello studio del professionista incaricato di occuparsi della questione. Il giudice deve assumere un professionista per fare una stima del valore dell’immobile attraverso una serie di perizie, in cui si raccolgono informazioni sull’immobile, sui dati catastali, le caratteristiche tecniche, eventuali vincoli e tanto altro. Quanto acquisito viene raccolto in un documento, spesso messo online, che conviene leggere prima di fare un’offerta per l’asta.

Una volta valutati i diversi fattori, si emana un’ordinanza di vendita, in cui si stabiliscono la data dell’asta, il prezzo di partenza, le modalità per il deposito cauzionale, la data di chiusura delle offerte e la data entro cui bisogna saldate l’acquisto dell’immobile in questione. A questo punto il giudice nomina un custode giudiziario che si occupa di gestire la pubblicità e la presentazione dell’immobile agli interessati. L’asta senza incanto prevede la presentazione di offerte in busta chiusa, mentre l’asta con incanto indice una gara pubblica.

Come partecipare ad un’asta immobiliare

Quando si è trovata una casa di proprio gradimento, conviene sempre visitarla. Se si pensa di fare un’offerta, ci si deve informare sul tipo di asta indetta: per l’asta senza incanto alla busta chiusa bisogna allegare una cauzione pari al 10% dell’offerta, per l’asta con incanto invece si devono presentare l’adesione all’asta e la cauzione indicata nel bando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso