16 Luglio Lug 2018 1049 16 luglio 2018

F23 dove si paga

  • ...

Quando si parla di F23, si fa riferimento a un documento che viene utilizzato per pagare imposte, sanzioni, tasse ed eventuali somme previste, ad esempio, per la registrazione di atti (privati o pubblici), tributi autoliquidati collegati alla successione, depositi per rilascio certificati, pagamenti relativi all’attività delle Dogane, ecc. Ma andiamo a scoprire qualcosa in più sull’F23, dove si paga.

F23: cos’è?

Il modello F23 è diviso in due sezioni. In base al pagamento che bisogna fare, si deve riempire una delle due anagrafiche. Di conseguenza, per l’imposta di registrazione di atti pubblici o privati, si dovranno riportare soltanto i dati del notaio. Per la registrazione di altri atti, invece, bisogna riportare i dati del richiedente e di una delle controparti. Per i contratti di locazione, infine, bisogna indicare i dati del locatore e del locatario. Subito dopo c’è una sezione dove bisogna inserire i dati dell’ufficio responsabile, causale, numero, anno, ecc. La parte successiva, fatta di colonne e righe, deve essere usata per inserire il codice dell’importo che si deve pagare.

Leggi anche fac simile modello f23

Pagamento F23: come funziona?

Il pagamento dell’F23 può essere fatto presso uno degli sportelli di qualsiasi banca o concessionario convenzionato o in uno dei tanti uffici postali. Il versamento può essere fatto in contanti, con carta POSTAMAT, con assegno bancario, con addebito su conto corrente bancario, ecc. Nel caso in cui, l’assegno è scoperto, o non pagabile, si considera omesso il pagamento.

Leggi anche come fare pagamento f23 online

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso