16 Luglio Lug 2018 1045 16 luglio 2018

Imu quando si paga

  • ...

Molti avranno sentito parlare spesso dell’Imu. Si tratta di una tassa da pagare per coloro che sono possessori di aree fabbricabili, fabbricati o terreni agricoli. La legge però prevede anche l’esonero per alcuni casi come, ad esempio, l’acquisto della prima casa. Ma andiamo a scoprire di più sull’Imu quando si paga e le scadenze.

Pagamento Imu: le scadenze

Come sempre, anche quest’anno la scadenza dell’Imu è prevista in due volte. La tassa infatti può essere pagata in due rate: una a giugno e l’altra a dicembre. Nel 2018, la scadenza è prevista per il 18 giugno, data in cui si dovrà effettuare il primo versamento dell’acconto dell’imposta. Entro il 17 dicembre, invece, si dovrà effettuare il versamento del saldo IMU 2018. E’ opportuno far presente, inoltre, che la scadenza dell’Imu in realtà è prevista per il 16 giugno e il 16 dicembre, ma quest’anno i due giorni sono festivi. Per questo, il pagamento della tassa è prevista per il giorno lavorativo successivo.

Leggi anche che differenza c'è tra IMU e TASI

Esonero Imu: quando è previsto?

Come detto anche prima, in alcuni casi, il pagamento dell’Imu non è richiesto. Nel caso della prima casa, a meno che non si tratti di un immobile di lusso, non bisogna pagare la tassa. Ma non solo. L’esonero è previsto anche per le unità immobiliari usate come abitazioni principali da soci assegnatari che appartengono a cooperative edilizie a proprietà indivisa. L’Imu non si paga anche per gli alloggi classificati come sociali e per la casa coniugale che è stata assegnata al coniuge dal provvedimento del giudice in caso di separazione o divorzio.

Leggi anche come pagare Imu

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso