22 Ottobre Ott 2018 0835 22 ottobre 2018

BTP come funzionano

  • ...

Anche se il numero delle persone che decidono di provare l'esperienza del trading online è in continuo aumento, la gran parte degli investitori italiani va alla ricerca dei cosiddetti investimenti sicuri, ovvero preferiscono prodotti caratterizzati da un rendimento non proprio elevato, ma con un grado di rischio davvero molto basso. Rientrano in questa categoria anche i Buoni del Tesoro Poliennali: ecco come funzionano i BTP.

Leggi anche; "Cos'è il trading online"

Cosa sono i Buoni del Tesoro Poliennali?

I BTP sono delle obbligazioni a medio/lungo termine emesse dal Ministero dell'Economia e delle Finanze; sono caratterizzati da una cedola fissa che vine pagata posticipatamente ogni sei mesi. I buoni vengono emessi con scadenze diverse (si va da un minimo di 3 anni fino ad un massimo di 50 anni, passando per le scadenze intermedie di 5, 7, 10, 15, 20 e 30 anni), di solito due volte al mese, tramite la cosiddetta asta marginale.

Come funzionano i BTP: asta, mercato secondario e rendimento

Prima che l'asta abbia inizio il Ministero annuncia i quantitativi emessi; il prezzo di emissione (e, in parte, il rendimento) viene determinato dal meccanismo di domanda e offerta durante l'asta, a cui però i risparmiatori non possono partecipare direttamente: i loro ordini vengono presi in carico dagli intermediari abilitati. Si possono sottoscrivere BTP per un valore nominale minimo di 1000 euro o per i multipli di 1000.

I BTP si possono comprare anche sul mercato secondario (ovvero in un momento successivo rispetto all'asta), sempre tramite intermediario; il più importante mercato secodario è il MOT (mercato telematico delle Obbligazioni e dei Titoli si Stato), che viene gestito dalla Borsa Italiana. Il rendimento del BTP è rappresentato dalle cedole (il cui importo è già fissato al momento dell'emissione e rimane tale per l'intera durata del titolo) e dall'eventuale saldo positivo costituito dalla differenza tra il prezzo di acquisto e il valore nominale rimborsato alla scadenza.

Leggi anche: "Come funziona la Borsa"

Il rischio dell'investimento

I Buoni del Tesoro Poliennali vengono inseriti tra gli investimenti sicuri perché per chi ha intenzione di conservarli fino alla scadenza l'unico pericolo è rappresentato dal rischio emittente, cioè che il Tesoro (e quindi lo Stato) non sia in grado di pagare le cedole o rimborsare il capitale (evento non impossibile, ma poco plausibile). Per chi invece ha intenzione di acquistare BTP per rivenderli prima della scadenza corre il rischio di mercato, perché le fluttuazioni di mercato possono portare delle minusvalenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso