10 Maggio Mag 2018 1105 10 maggio 2018

Quando arieggiare il prato

  • ...

L'arieggiatura del prato deve seguire dei periodi precisi per essere fatta correttamente. Molto dipende dal tipo di terra e da quali erbacee è composto il prato. In ogni caso, bisogna conoscere la tipologia di erba utilizzata.

In effetti, l'erba da prato a temperature miti può essere: la Gramigna, Bouteloua dactyloides, Zoysia spp, Cynodon spp. e così via, da arieggiare preferibilmente verso la fine della primavera o all'inizio dell'estate.

Leggi anche "Quando concimare il prato"

Mentre per la specie erbacea dei prati piuttosto freschi che potrebbe essere l'Agrostide, lLglio, Festuca, Poa pratensis, l'arieggiamento si effettua in autunno.

Inoltre si consiglia di arieggiare il prato seguendo la tipologia del suolo

Infatti, la terra argillosa deve essere arieggiata una volta ogni dodici mesi, mentre il suolo sabbioso va arieggiato alternativamente in vari anni, ma se il clima è arido si rende necessario arieggiare ogni 6 mesi per far crescere l'erba più rigogliosa.

Quando arieggiare il prato di casa

Ecco alcuni consigli sui momenti giusti di arieggiamento:

  • prima di seminare o fertilizzare il prato per dare la possibilità di ottenere più spazio per semi e nutrimento
  • dopo aver diserbato si potrà arieggiare per stimolare i germogli delle radici e dei semi
  • aspettare un anno nel caso in cui l'erba deve ancora stabilizzarsi su un prato nuovo
  • è meglio arieggiare un suolo umido piuttosto che bagnato
  • innaffiare il prato ogni giorno per poco tempo se il terreno si dimostra alquanto compatto
  • ed infine non arieggiare quando c'è siccità e un caldo esagerato per non sottoporre il bel prato di casa ad un ulteriore stress.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso