19 Ottobre Ott 2018 1350 19 ottobre 2018

Quando seminare le fave

  • ...

La fava(Vicia faba), legume dalle mille proprietà e leggende, è la regina degli orti, non solo per i benefici che racchiude, ma per le caratteristiche antiparassitarie che proteggono tutte le coltivazioni presenti nei terreni.

Leggi anche "Come coltivare l'orto in terrazza"

Prima di scoprire le diverse particolarità delle fave, di seguito si specificano i periodi di semina, fioritura e raccolta.

La semina delle fave

La fava conosce due periodi di coltivazione: il periodo primaverile tra febbraio e marzo, e il periodo autunnale nei mesi di ottobre e novembre.

Nel periodo autunnale è preferibile inserire il legume direttamente nel terreno mentre nel periodo primaverile è necessario piantare il seme di fava.
Solitamente si fa riferimento alle fasi lunari e le fave come tutti i legumi devono essere piantate in luna crescente.

Importante il clima territoriale: Nelle regioni centrali il periodo migliore di semina è tra ottobre e novembre, in quelle meridionali la seconda decade di novembre.

La fava cresce a temperature tra i 15 ed i 20 gradi, non ama temperature inferiori ai 5 gradi e per portare avanti la sua crescita, il terreno deve un ph compreso tra 5,5 e 6,5.

Le fave sono legumi ricchi di ferro che detengono proprietà benefiche molto importanti sia per la salute dell’organismo sia per la protezione degli orti.

Oltre alla naturale semina della pianta di fava, sarebbe sempre utile piantare qualche seme assieme alle altre colture: la fava attira a sé tutti i parassiti lasciando così gli altri ortaggi liberi di crescere

La tradizione contadina considera le piantagioni di fave indispensabili per fermare attacchi parassitari e batterici che infestano le coltivazioni.

Leggi anche: "Come zappare l'orto"

La raccolta delle fave

Per tutto il periodo primaverile, le fave vengono raccolte a mano per un consumo immediato. Durante il raccolto è necessario prestare cura alla pianta evitando di tirare i baccelli, ma cercare di staccarli ruotandoli su sé stessi. La pianta infatti potrebbe avere in serbo altri baccelli più piccoli non ancora sfioriti che potrebbero dare frutti a raccolte successive.

Il periodo di raccolta è tra la metà di giugno nell’Italia meridionale, la fine di giugno in quella centrale, la metà di luglio nell’Italia settentrionale con semina primaverile.

Leggi anche: " Come cucinare le fave fresche"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso