19 Gennaio Gen 2018 1236 19 gennaio 2018

Come fare il bagnetto a un neonato

  • ...

Quando si sta per diventare genitori per la prima volta, è del tutto normale che la cosa spaventi, e l'idea di essere impreparati su tutto faccia passare molte notti in bianco. Per questo motivo fa sentire un po' più sicuri di sé informarsi su ogni piccolezza a cui si pensa, per avere la certezza poi di fare tutto nel modo più giusto una volta che il bambino sarà nato.

Il suo primo bagnetto

Ciò che "spaventa" molti neogenitori è il primo bagnetto al proprio pargoletto; lo si vede così piccolo e fragile che si ha paura di fare movimenti avventati che possono fargli del male involontariamente, ma il segreto è agire con delicatezza e senza far prendersi da alcuna ansia, e tutto sarà più facile.

Piccoli accorgimenti per il primo bagnetto

  • La prima cosa da fare è assicurarsi che la stanza in cui sarà fatto il bagnetto, abbia una temperatura adeguata, ovvero intorno ai 20° e non inferiore, e l'acqua sia intorno ai 30/35°. Per la sicurezza del bambino, è consigliabile effettuare il bagnetto nelle apposite vaschette, che sono più comode per il genitore e più sicuro per il bambino stesso.
  • Data la sensibilità della pelle del bambino, sono da prediligere prodotti per il bagno con un pH neutro, così come è altrettanto importante scegliere una spugnetta delicata e un asciugamano morbido, così che possa sembrare una coccola per la sua pelle sensibile.
  • Quando si immerge il bambino in acqua, è fondamentale sostenere la sua testa, e quando ci si dedica a lavargli la testa, bisogna fare molta attenzione a non far colare l'acqua negli occhi. Nel momento in cui, invece, si lava la schiena, bisogna girare il piccolo sul proprio avambraccio mentre con l'altra mano si lava la schiena.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso