18 Aprile Apr 2018 1806 18 aprile 2018

Vermi nei bambini: sintomi e rimedi

  • ...

Spesso si sente parlare di 'vermi nei bambini', e bene non è un modo di dire ma una parassitosi intestinale che va sotto il nome di ossiuriasi e che colpisce in particolar modo i bambini, in quanto essi, più degli adulti, tendono a portarsi tutto in bocca. Gli ossiuri sono appunto vermi di colore bianco che si insidiano nell'intestino e che alla loro uscita dall'ano depositano le uova dando vita a questa infezione.

Trasmissione e Sintomi

La trasmissione di vermi avviene tramite le vie oro/fecale toccando la zona anale e portando le mani alla bocca ma anche attraverso indumenti soprattutto biancheria intima contaminata. Il contagio può avvenire in casi più rari anche tramite inalazione.

A volte può essere del tutto asintomatica, ma nella maggior parte dei casi l'ossiuriasi si presenta con un fastidioso prurito localizzato intorno all’ano (per le femminucce anche a livello vaginale), che colpisce in modo particolare nelle ore notturne, momento in cui il vermetto esce dall’ano per deporre le uova creando l’infiammazione. Sintomo tra l'altro molto pericoloso in quanto grattandosi insistentemente il bambino potrebbe andare a creare serie lesioni cutanee.

Altri sintomi, seppur meno diffusi, possono essere:

  • irrequietezza
  • dolore al basso ventre
  • dolore durante la minzione
  • disturbi gastro-intestinali, quali nausea e diarrea
  • eruzioni cutanee
  • sangue nelle feci
  • inappetenza e dimagrimento

Diagnosi e Cure

Prima cosa da fare sarà individuare il problema, e ciò può avvenire oltre che tramite un'accurata analisi dei sintomi, attraverso l'esame delle feci o tramite una sorta di scotch fornito dallo stesso analista da applicare in sede anale, che verrà poi analizzato ed evidenzierà la presenza o meno di uova. In rari casi e più negli adulti, questi vermi sono visibili anche ad occhio nudo e appaiono come filamenti bianchi.

La cura poi consisterà nella somministrazione di farmaci antiparassitari prescritti dal pediatra che però andranno ad uccidere il verme non le uova. Spesso dopo quindici giorni la dose del farmaco viene risomministrata e in molti casi sono associate terapie che alleviano il prurito e l’irritazione.

Sarà fondamentale poi anche che il bambino:

  • lavi spesso le mani con acqua calda e sapone;
  • porti unghia corte e pulite;
  • cambi spesso la biancheria intima, lenzuola, pigiama;
  • non porti frequentemente mani e oggetti alla bocca;
  • elimini il più possibile per il periodo della cura carboidrati e zuccheri quest’ultimo fonte di nutrizione per gli ossiuri e permetterebbe loro di sopravvivere.
  • riequilibri la flora batterica intestinale.

Per chi voglia adottare rimedi naturali si ricordi che il succo di melograno, la cipolla e l’aglio possiedono proprietà vermifughe, sono dunque questi un ottimi alleati contro gli ossiuri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso