9 Maggio Mag 2018 1251 09 maggio 2018

Vermi nei bambini: rimedi della nonna

  • ...

Prurito anale (ma anche vaginale nel caso delle donne), a volte accompagnato da irrequietezza, dolore al basso ventre, nausea, diarrea e dimagrimento: sono questi tutti sintomi tipici della presenza di ossiuri nell'organismo.

Quest'ultimi, conosciuti più semplicemente come vermi intestinali, danno luogo all'ossiuriasi, una patologia intestinale che colpisce in modo particolare i bambini.

Leggi anche: "Ossiuri cosa sono"

Ossiuriasi come avviene il contagio

Il contagio avviene ingerendo le uova di questi microrganismi presenti nell'ambiente; quindi, semplicemente toccando una superfice infetta e portando le mani in bocca, si potrà contrarre l'ossiuriasi. Dalla bocca, le uova, passano all'intestino dove si schudono e da dove nelle ore notturne, in particolar modo le femmine, si spostano verso l'ano. Qui depongono le loro uova infettando la zona.

Se il bambino, toccandosi il sederino, porterà le mani alla bocca senza averle lavate, rischierà una rienfezione; questo potrà accadare anche toccando asciugamani, lenzuola e altro che causerà il diffondersi del parassita.

E' per questo motivo, che i parassiti colpiscono in particolar modo i bambini, i quali, non solo sono portati maggiormente a mettere oggetti e mani in bocca, ma frequentano quotidianamente ambienti, come le scuole, dove il proliferarsi dell'infezione è facilitata

Dunque, primo modo per combattere e prevenire la formazione di ossiuri, sarà un'accurata igiene che consisterà nel:

  • far lavare al proprio bambino le mani in modo frequente;
  • tagliargli spesso le unghia mantenendole pulite;
  • sgridarlo se lo si vede portare mani o oggetti alla bocca.

Leggi anche: "Vermi nei bambini: sintomi e rimedi"

Vermi nei bambini: rimedi della nonna

I rimedi per combattere gli ossiuri, si rifanno, oltre che ad una buona igiene personale e all'assunzione di farmaci eventualmenti prescritti, anche ad un'attenta all'alimentazione.

Oltre ad evitare alimenti come zuccheri e carboidrati, che ne facilitano lo sviiluppo, ecco alcuni composti che potrebbero aiutare il piccolo, e non solo, ad eliminare gli ossiuri e a stare meglio.

  • Olio di ricino e latte: riscaldando 200ml di latte e aggiungendovi dell'olio di ricino si otterrà un composto che aiuterà ad eliminare rifiuti e vermi.
  • Mescolando 250ml di acqua di cocco e un pezzo di cocco grattuggiato in un frullatore, si andrà a realizzare un composto utile a contrastare l'infiammazione e a rafforzare il sistema immunitario. Ciò grazie alle proprietà antiparassitarie del cocco.
  • Limone e menta: la menta, con le sue proprietà digestive, e il limone, ottimo antiparassitario o antibiotico, sono un connubio perfetto in grado di dar luogo ad un composto che vada a stimolare l'eliminazione dei parassiti. La preparazione è facile: mettere 20g di foglie di menta in dell'acqua tiepida nella quale dovranno essere lasciate riposare per dieci munuti. Passare dopo il liquido attraverso un setaccio e aggiungere il limone e un pizzico di sale.
  • Aglio e miele: il primo, grazie all'allicinina, è considerato di per se un ottima medicina naturale, nonché noto antibatterico, antimicotico e disintossicante. Se combinato con l'effeto lassativo del miele, l'aglio, diventa un ottimo mezzo per espellere i microbi dal corpo. Allora tritare sei spicchi di aglio e riporle in un barattolo di vetro nel quale andrà aggiunto il miele e che andrà lasciato concentrare per tre giorni.
  • Pomodoro con sale e pepe nero: in un frullatore mettere due pomodori, 125ml di acqua, del sale e del pepe a piacere; il composto è ora pronto da assumere, preferibilemte a digiuno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso