17 Ottobre Ott 2018 1129 17 ottobre 2018

Come insegnare a soffiarsi il naso

  • ...

Pulire il nasino dei bimbi è una esigenza che porta mamme e papà a compiere diverse strategie e manovre affinché il neonato o il bambino possa spurgare il muco in eccesso dal naso.

Fino ai due anni di vita infatti, è necessario che un adulto aiuti il bambino a liberarsi dal raffreddore poiché il piccolo non è ancora in grado di controllare il respiro e di attuare le manovre di spurgamento.

Leggi anche: "Rimedi naturali contro il raffreddore"

Come pulire il naso di un bambino

Soluzioni fisiologiche, aspiratori nasali e aerosol apportano un grande aiuto per liberare il nasino dei più piccoli.
Solitamente ci si affida a spray isotonici per favorire l’espulsione del muco e la pulizia delle narici, liberando velocemente le vie respiratorie anche quando queste non sono congestionate.

Leggi anche: “Come liberare il naso dei neonati"

Oltre a queste strategie come i lavaggi nasali, ad un certo punto della vita del piccolo, è necessario insegnare come espellere il muco soffiandosi il naso, aiutando a comprendere quali manovre deve mettere in atto per espellere il catarro dal condotto nasale.

Un’idea potrebbe essere quella di imparare a soffiarsi il nasino divertendosi, utilizzando alcune strategie affinché il più piccolo possa comprendere quali azioni mettere in atto per liberarsi dal muco.

Di seguito si segnalano alcune consigli sintetizzati da alcuni siti come quello della linea bimbi Narhinel, per far sì che il bambino impari a soffiarsi il nasino da solo in modo semplice e divertente.

Imparare a soffiare grazie alle bolle di sapone

Iniziare a far vedere al bambino come soffiare le bolle di sapone dalla bocca e cercare di farsi imitare. Dopo aver insegnato loro come soffiare dalla bocca, provare a chiedere di chiudere la bocca e soffiare dal nasino dell' aria, spostando magari un fazzoletto vicino alla loro faccia.

Se riescono a spostarlo emettendo aria dal naso, hanno compreso l’azione di espirazione nasale.

Soffiarsi il naso come azione per bimbi grandi

Mettere un bambino davanti ad una nuova sfida non farà altro che incentivarlo alla curiosità, soprattutto quando gli si fa capire che si sta per insegnare una cosa nuova per diventare più grandi.

Ecco quindi che bisogna fargli capire l’importanza del fazzoletto, ottimo alleato per liberare il nasino intasato e magari colorato o ricamato dei suoi cartoni preferiti.

Questo strumento raccoglierà il muco cattivo e quando si riuscirà ad espellerlo si potrà vedere nel fazzoletto, dando anche una certa soddisfazione al piccino che potrà vedere così il risultato dei suoi sforzi.

Servirsi di fiabe e racconti per far comprende al bambino come soffiare dal naso

Raccontare una favola come quella del “Bambino e la valle delle nuvole” richiamerà tutta l’attenzione del piccino. Le favole, che possono cambiare a seconda dell’esperienza del bimbo, faranno immergere il bambino nel compito da fare con più serenità e divertimento.

Ad esempio, sarebbe utile raccontare di un bimbo che per scovare una valle fatta di nuove, doveva superare una prova tentando di aprire una porta con un soffio, ma non un soffio semplice con la bocca, con un soffio dal naso più difficile e meno immediato. Si dice che solo a prova superata il bambino sarà capace di vedere la valle di nuvole.

Ed ecco che durante la storia bisogna servirsi di un piccolo specchietto cercando di far imitare al bambino la prova della favola. Mettere davanti al naso del bambino uno specchietto che fungerà da porticina del racconto, e far provare a soffiare dal naso un po’ d’aria, facendogli tener sempre chiusa la bocca.

Se lo specchietto si appannerà, il bambino avrà superato la prova e si potrà dire che anche lui è riuscito ad entrare nella valle delle nuvole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso