28 Agosto Ago 2015 0931 28 agosto 2015

Come richiedere la pensione di reversibilità all'Inps

  • ...

La domanda può essere presentata anche online, ma è necessaria la documentazione

La pensione di reversibilità di definisce come la parte di pensione complessiva spettante a un coniuge (o ai figli, ai nipoti minori e così via) in caso di morte dell’altro coniuge.

I beneficiari, più precisamente, sono il coniuge, il coniuge separato (solo se titolare di assegno alimentare in caso di separazione “con addebito”), il coniuge divorziato titolare di assegno di divorzio se non si è risposato, i figli in particolari casi (minori di 18 anni, a carico del genitore deceduto ecc.), i nipoti equiparati ai figli legittimati dalla Corte Costituzionale, i genitori in mancanza dei soggetti precedenti, i fratelli celibi e le sorelle nubili in mancanza dei soggetti precedenti.

Come fare richiesta

Per richiedere la pensione di reversibilità è necessario effettuare la domanda di pensione, presentandola agli uffici centrali o periferici dell’Inps. L’operazione può essere compiuta direttamente, online dal sito oppure tramite il Patronato.

La documentazione necessaria

È necessario allegare alla domanda di pensione una ben precisa documentazione, composta da:
  • certificato di morte
  • certificato di matrimonio
  • stato di famiglia alla data del decesso
  • dichiarazione di non avvenuta pronuncia di sentenza di separazione con addebito e di non avvenuto nuovo matrimonio
  • dichiarazione sul diritto alle detrazioni d’imposta,
  • dichiarazione dei redditi e le indicazioni sulla modalità del pagamento.
In casi particolari (ad esempio per i figli, i coniugi divorziati ecc.) si richiede documentazione aggiuntiva, come i certificati di frequenza scolastica ecc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso