2 Gennaio Gen 2018 1238 02 gennaio 2018

Cosa fare se colpiti da acido muriatico

  • ...

L’acido muriatico è una sostanza altamente corrosiva e proprio per questo trova largo impiego nelle pulizie domestiche. Deve essere però maneggiato con cura. Prima di tutto appunto va diluito nell’acqua, proprio per diminuire la sua corrosività e dobbiamo stare attente a non venire in contatto con il prodotto. Ma se dovesse succedere, cosa fare se colpiti da acido muriatico?

Acido muriatico: contatto con la pelle

Tutti i prodotti chimici che contengono acido, se vengono a contatto con la pelle, possono provocare ustioni di primo, secondo e terzo grado. Se si dovesse verificare il contatto è bene prima di tutto cercare di rimuovere la sostanza dalla pelle con l’acqua. Mettere quindi la parte colpita sotto il rubinetto facendo scorrere l’acqua per almeno 10 minuti. Dopo, è bene isolare questa parte apponendovi un panno asciutto.

Se dovessimo avvertire un dolore molto acuto, dobbiamo prendere antidolorifici. Ma a parte le soluzioni fai da te, sarebbe assolutamente consigliabile recarsi in ospedale, soprattutto se la parte colpita è delicata come può essere il viso. Valuterà poi il medico se è il caso di procedere anche con antibiotici o se la bruciatura abbia provocato dei segni e dei sintomi di shock. Si potrebbe verificare per esempio una difficoltà nel respiro o senso di vertigine.

Se la bruciatura da acido è grave

Nel caso il contatto con l’acido muriatico abbia provocato una bruciatura grande e profonda, il discorso cambia. In questo caso dovremo sottoporci ad una riabilitazione più lunga. Spesso la parte bruciata viene asportata e la pelle viene sostituita con altra sana, rimossa da un’altra parte del corpo.

Il Dr. Roy De Vita, responsabile della chirurgia plastica e ricostruttiva del Regina Elena, spiega in questo video cosa fare se colpiti dall’acido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso