2 Gennaio Gen 2018 1830 02 gennaio 2018

Ogni quanto cambiare il pannolino lavabile

  • ...

Il pannolino lavabile più o meno segue le stesse regole di quello usa e getta. Ogni quanto va cambiato quindi? Ovviamente al bisogno, ma è consigliabile non superare le 3 ore. Anche perché, soprattutto nei neonati, la frequenza con cui fanno pipì è abbastanza alta. Le tre ore sono quindi indicative per non lasciare il bimbo troppo a contatto con la sua pipì, che lo può irritare.

Cambiare il pannolino lavabile

Un altro fattore da tenere in considerazione per cambiare il bebè è l’ora della poppata. In genere infatti dopo poco che hanno finito di mangiare, sono da cambiare. Questo anche per evitare che nel pannolino vadano a finire troppi “bisognini”: il lavabile non ha una capacità d’assorbenza illimitata e può verificarsi un indesiderato straripamento.

30 minuti dopo l’allattamento è ottimo. E’ comunque indicativo, perché fortunatamente tra i vantaggi del pannolino lavabile c’è quello di donare una migliore traspirazione alle zone genitali. Al contrario di quelli usa e getta infatti non sono rivestiti da un film plastificato. Tra l’altro c’è da ricordare che l’assorbenza di tutti i pannolini lavabili può essere regolata e aumentata, con l’aggiunta di appositi inserti assorbenti!

Quanto va cambiato di notte?

Durante la notte, a meno che non sia necessario, non bisogna cambiare il pannolino ogni tre ore. A tal proposito, si può ovviare al problema utilizzando i lavabili specifici per le pipì notturne. Anche questo comunque è personale, dipende da ogni bambino.

Ecco una guida utile con alcune Faq sui pannolini lavabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso