15 Maggio Mag 2018 2154 15 maggio 2018

Latte scaduto cosa fare

  • ...

Latte scaduto: un gran bello spreco!!!

A chi non è successo, almeno una volta, di ritrovarsi senza volerlo con qualche confezione di latte scaduto? Eh si, sarebbe un vero peccato buttarlo via, in quanto, il latte, anche se si è superata la data di scadenza, grazie alle sue proprietà ossidanti, idratanti e lenitve, può godere di 'una seconda vita'.

Leggi anche: "Come utilizzare il miele scaduto"

Latte scaduto: elisir di bellezza

Nell'antichità tra i prodotti naturali e ricchi di sostanze benefiche per la cura del corpo vi era proprio il latte; basti pensare alla regina d'Egitto, Cleopatra, la cui leggenda vuole che avesse un'apposita scuderia di 700 asini per la produzione di latte che poi usava per i suoi bagni di bellezza. Amante dei bagni di latte lo fu anche Poppea, moglie di Nerone, e in tempi più recenti Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone.

Il latte è dunque fonte di salute non solo in campo alimentare, ma anche per la cura della pelle.

Può essere dunque riciclato e utilizzato come:

  • rimedio naturale contro il gonfiore degli occhi;
  • composto di maschere per il viso, ciò grazie le sue proprietà idratanti. Potrà in tal caso, ad esempio, essere mixato con della frutta fresca o del limone, e poi applicato sulla pelle, che dovrà essere asciutta e pulita, e sulla quale dovrà agire per almeno 15 minuti prima del risciacquo con acqua tiepida;
  • struccante, che andrà applicato sul viso tramite una spugnetta o un batuffolo di cotone.

Grazie alle sue proprietà lenitive sarà invece utile per abrasioni, scottature e piccole cicatrici. Così con l'aggiunta di altri ingredienti sarà possibile creare:

  • impacco per mani secche e screpolate;
  • con aggiunta di farina di avena, una pastella da applicare per combattere irritazioni cutanee, scottature solari o punture di insetti;
  • con l'aggiunta di farina d'avena o farina di ceci una pasta lavamani.

Proprietà smacchianti del latte scaduto

Non solo benefico per la cura del corpo, ma anche ottimo rimedio contro macchie che sembrano non voler andar via.

E' il caso di:

  • macchie di inchiostro sui tessuti. Il latte dovrà agire sulle macchie per tutta una notte, come una sorta di prelavaggio. Il mattino seguente dovrà essere effettuato il risciacquo con acqua fredda e detersivo biologico, a mano o in lavatrice;
  • macchie di vernice su indumenti, scarpe o borse. Con l'ausilio di un panno imbevuto, far agire il latte sulle macchie, poi ripassare con un panno asciutto;
  • macchie su divani di pelle. Al contrario dell'acqua, che è dannosa per i divani in pelle, il latte (in piccole quantità) è molto consigliato.

Latte scaduto: un ottimo lucidante

Per la pulizia di posate e argenteria che si sono macchiate nel corso del tempo o per evitare che esse si ossidino, cosa c'è di meglio, se non un bagno nel latte andato a male? Sarà necessario immergere l'argenteria nel latte nel quale dovrà essere aggiunto un po' di aceto o limone (in modo che esso si acidifichi). Procedimento adatto anche per rendere lucidi mobili in legno. In entrambi i casi sarò opportuno sciacquare e riasciugare più volte, meglio se con un panno di lana.

Azione Fertilizzante del latte andato a male

Oltre alle bucche di banana o ai fondi di caffè anche il latte scaduto può avere una destinazione preziosa, ossia con l'aggiunta di acqua può diventare un perfetto concime naturale per le piante. Ciò grazie ai preziosi nutrienti, sali minerali e vitamine, di cui è proprio.

Leggi anche: "Quali sono i concimi naturali per le piante"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso